Skip to content

LA FILOSOFIA COME “CURA”

In Italia si ritiene che l'antidoto alla presunta superficialità dello scientismo riduzionista o pragmatista sia l'affrontare i problemi buttandoli in filosofia: solitamente si parte con una bella citazione di qualche noto filosofo, ed è preferibile citare la frase in questione in lingua straniera in modo da incutere rispetto nell'uditore. Sulla scorta di questa si pone una qualche tesi generale circa i massimi sistemi del mondo, e si passa poi a una qualche critica circa qualche aspetto della società contemporanea in modo di riscuotere il plauso di molti. Si sostiene però che buttarla in filosofia sia un modo per evadere il problema, una strategia retorica attraverso cui si viene a distrarre l'attenzione dell'interlocutore, spostandola si temi così generali che possono essere sempre posti. Ma possibile che il discorso ruoti sempre su se stesso? Questa incessante insistenza circa il continuo, quasi ossessivo ritorno al “fondamento” da parte dei media merita attenzione e richiede una adeguata visone\lettura che sia assolutamente accompagnata dalla riflessione critica.

di Marianna Tesoriero
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.