Skip to content

Eziologia dei disturbi specifi del linguaggio

Essa ancora non è del tutto chiara, le ipotesi prevalenti sono multifattoriali ed implicano fattori neurobiologici, psicologici ed ambientali.
Vengono ritenute all’origine dei DSL:
-patologie perinatali(basso peso alla nascita, asfissia neonatale,ecc);
-ricorrenti episodi di otite con conseguenti oscillazioni nella percezione e nella decodifica di stimoli uditivi;
-inadeguatezza della stimolazione linguistica;
-patologie dello sviluppo(epilessia, ritardo motorio,ecc);
-anomalie della dominanza cerebrale(mancinismo, instabilità della lateralizzazione,ecc).
Numerosi dati suggeriscono un’interferenza nello sviluppo e nelle funzionalità dell’emisfero cerebrale sinistro, in particolare dell’area di Wernicke e dell’area di Broca correlate rispettivamente con la comprensione e la produzione del linguaggio.
Interessante è il fatto che i disturbi sono distribuiti in modo disomogeneo nelle famiglie con soggetti affetti, ed in particolare i familiari con soggetti femmine affette da disturbi di linguaggio sono esposti ad un rischio maggiore, forse per la più alta soglia di espressività del disturbo per le femmine.
In più concorrono all’espressione di un disturbo del linguaggio fattori culturali/ambientali e genetici; al contrario lo stato socioeconomico e il substrato culturale sembrano non concorrere.
di Anna Battista
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.