Skip to content

Nosografia dei disturbi specifi del linguaggio

Il DSM-IV e l’ICD-10 propongono la seguente classificazione:
-DISTURBI DELLA VOCE E DELLA PAROLA o FONETICI, con un’alterazione della componente fonetica, dunque articolatoria, tra i quali: balbuzie,disartria e disfonia ;
-DISTURBI DEL LINGUAGGIO  o FONOLOGICI, con un’alterazione della componente simbolica, tra i quali: disturbi primitivi o specifici del linguaggio, in cui non è riconoscibile una causa apparente; spesso sono denominati DISFASIE EVOLUTIVE e si riferiscono a quei disturbi linguistici, in assenza di deficit cognitivi, sensoriali, motori, affettivi o di carenze socio-ambientali importa tanti;
e disturbi secondari con una causa chiaramente riconoscibile.
I sintomi di un disturbo del linguaggio emergono tra il primo e il terzo anno di vita.
Secondo la classificazione del DSM-IV abbiamo:
-disturbo dell’espressione del linguaggio, che si evidenzia intorno ai 18 mesi, perché il bambino continua a comunicare con strumenti preverbali, mentre il repertorio verbale rimane limitato se non addirittura assente; si ha anche un lieve ritardo motorio; successivamente si hanno difficoltà nell’organizzazione narrativa e nell’espressione verbale di pensieri astratti e stati affettivi;il bambino nei test mostra un QIP al di sotto di 70; le competenze linguistiche sono al di sotto di 2 DS dalla media, le competenze non verbali 1DS e la capacità di comprensione entro il limite di 2DS per l’età.
La maggior parte dei bambini è verso la tarda adolescenza che acquisiscono una competenza linguistica quasi normale.
-disturbo della comprensione del linguaggio (ICD-10) o misto dell’espressione e della comprensione del linguaggio (DSM-IV), l’eziologia è tuttora ignota,ma sono state ipotizzate cause come danno cerebrale, disfunzioni percettive e fattori genetici; tali bambini hanno un’acquisizione del linguaggio molto lenta con alterazioni della struttura fonologica, morfosintattica semantica, narrativa, nella produzione e nella comprensione verbale.
di Anna Battista
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.