Skip to content

Sviluppo della sensibilità tattile, termica e dolorifica

Il sistema tattile fetale è funzionante già a partire dalla 7° settimana e per la 20° settimana tutta la cute e le mucose sono responsive dal punto di vista tattile. Già nella prima metà di gestazione il feto reagisce alla pressione e alla temperatura di oggetti posti a contatto con la parete addominale materna e agli stimoli dolorosi.
L’aptonomia è la scienza del tatto che insegna ai futuri genitori a stabilire un rapporto tattile con il feto, mediante delle carezze e delle amorose espressioni verbali che giungono al feto attraverso la parete addominale e uterina materna, ciò permette l’instaurarsi di un dialogo cui il feto partecipa e si crea quindi una vera e propria relazione tra chi sta al di qua e chi sta al di là della parete addominale e uterina; i partner di questo tipo di relazione non sono solo il feto e la madre, ma possono essere anche il padre, i fratelli e altri componenti della famiglia che così stabiliscono precoci rapporti relazionali. Con l’aptonomia la madre apprende a manipolare il suo feto attraverso la parete addominale e uterina in una specie di holding intrauterina, il feto risponde ed è attratto da queste manipolazioni al punto da poter essere guidato a viaggiare nell’utero, spostandosi dalla parte più alta o più bassa.
Lo sviluppo della sensibilità materna fetale fa sì che il liquido amniotico possa essere percepito come una vera e propria pelle da cui si separa al momento della nascita; questa separazione dal liquido amniotico è la prima tappa della separazione feto-madre al momento della nascita.
di Anna Battista
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.