Skip to content

Insonnia da un anno all’età scolare

Disturbo da inadeguata definizione del limite: si caratterizza per la difficoltà da parte dei genitori a stabilire delle regole al momento dell’addormentamento e a farle rispettare, con conseguente rifiuto da parte del bambino di andare a letto ad un orario determinato o di rimanerci tutta la notte;
Insonnia da cause psicologiche e paure dell’addormentamento: le paure dell’addormentamento sono causate da un fallimento o da un’alterata acquisizione da parte del bambino della capacità di gestire l’area transizionale del passaggio veglia-sonno.
INSONNIA IN ADOLESCENZA: a questa età, l’insonnia è legata alla cattiva igiene del sonno, rappresentata da: orario di addormentamento dopo le 23, orario di risveglio dopo le 8, sonnellini diurni, schemi irregolare di sonno, assunzione di sostanze eccitanti.
Per quanto riguarda la terapia dell’insonnia in età evolutiva, si prevede l’applicazione di principi di igiene del sonno e tecniche comportamentali, ma quando le semplici regole non sono efficaci, si ricorre ad interventi farmacologici; comunque non bisogna attendere che il disturbo si cronicizzi prima di somministrare il farmaco.
Le categorie farmacologiche utilizzate sono:
- derivati antistaminici; - benzodiazepine; - antidepressivi triciclici; - imidazopiridine; - menatonina.
di Anna Battista
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.