Skip to content

Traumi cranici ed emorragie: emorragia extracranica

E’una lesione che riguarda diversi piani tissutali compresi tra la cute e le ossa craniche, ed è analizzabile in 3 varietà:
- cefaloematoma: è riferito ad una regione emorragica circoscritta del cranio; la sua incidenza è aumentata dall’uso del forcipe ed è più frequente in figli di primipare (chi è al suo primo parto) che di pluripare, ed è presente nella stessa percentuale in maschi e femmine; generalmente la rottura del vaso responsabile dell’emorragia è secondaria ad un parto prolungato o difficoltoso. Le lesioni si risolvono spontaneamente in alcune settimane (2-6), al max qualche mese; a volte c’è la possibilità che si formino depositi di calcio che possono mantenere una certa protuberanza, la quale si riassorbe gradualmente nell’arco di qualche mese;
- tumore da parto: è riferito ad un edema (accumulo di liquido negli spazi interstiziali dei tessuti, che si presentano tumefatti (gonfi)) dopo un parto eutocico ( che si espleta normalmente), dovuto alla compressione esercitata dall’utero e dalla cervice. Appare immediatamente alla nascita, la lesione si risolve spontaneamente dopo il primo giorno di vita e non è necessario alcun intervento;
- emorragia subgaleale: è riferita ad un’emorragia a livello dell’aponeurosi (membrana fibrosa che riveste i muscoli)che ricopre lo scalpo e che connette le componenti frontali e occipitali. E’ strettamente associata ad un parto con forcipe. E’ una massa fluttuante che aumenta dopo la nascita, ma passata la fase acuta, la lesione si risolve in2-3 settimane. La diagnosi viene fatta con un esame monitorato per almeno 8 ore dalla nascita di tutti i neonati nati da parto distocico (parto che avviene in maniera differente da quello normale); bisogna inoltre misurare la circonferenza cranica e palpare la testa del neonato.
di Anna Battista
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.