Skip to content

Tumori sopratentoriali

Il più comune è l’ASTROCITOMA, a basso grado di malignità, la sintomatologia è conseguente all’aumento della pressione endocranica, frequenti sono le convulsioni; la diagnosi si avvale di TC o RMN con o senza mezzo di contrasto; la tendenza ad assumere il mezzo di contrasto è indice di trasformazione maligna.
Gli EPENDIMOMI DEI VENTRICOLI LATERALI  si manifestano lentamente ed hanno accrescimento lento ed un modesto carattere infiltrativo, danno luogo a soventi calcificazioni. L’asportazione chirurgica non assicura un decorso senza recidive: ne consegue la necessità di un trattamento chirurgico post-radiale; la chemioterapia aggiuntiva si è dimostrata efficace nella riduzione dell’incidenza delle recidive.
I SUBENENDIMONI si presentano come noduli solidi, localizzati spesso nei ventricoli laterali e nel IV, ma in tale sede la rimozione è impossibile.
I TERATOMI sono tumori derivanti da un’alterazione dello sviluppo embrionale, frequenti nei bambini fino al primo anno di vita, possono essere benigni o maligni presentando spesso grandi dimensioni.
3) TUMORI SELLARI, PARASELLARI e SOPRASELLARI: tra i tumori soprasellari, in età infantile, il più frequente è il CRANIOFARINGIOMA che è un tumore benigno presente già nei primi 2 anni di vita; si presenta con disfunzioni diencefalo-ipofisarie, disturbi visivi per interessamento delle  vie o del chiasmo ottico e con ipertensione endocranica. L’asportazione chirurgica totale non sempre è possibile, utile è la terapia radiante focale.
I GLIOMI DEL NERVO OTTICO, DEL CHIASMA e IPOTALAMICI rappresentano il 3/5% dei tumori cerebrali infantili; i primi sono frequenti sotto il primo anno di vita, quelli ipotalamici al di sotto dei 12 anni. I sintomi variano a seconda della localizzazione:
se anteriore al chiasma si manifesta un deficit visivo unilaterale;
se a livello del chiasma vi è atrofia ottica e deficit bilaterale del campo visivo;
se posteriore al chiasma sono evidenti segni di ipertensione endocranica, di idrocefalo ostruttivo e di disfunzione ipotalamica.
I gliomi del chiasma e quelli ipotalamici sono difficilmente differenziabili e si manifestano con una tipica sindrome diencefalica.
di Anna Battista
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.