Skip to content

Bush, Kohl e distensione definitiva USA e URSS


Dopo reagan george bush (89-92). Intanto le posizioni di gorbaciov incoraggiano l'opposizione democratica in tutta l'Europa orientale. Nell'89 il movimento solidarnosc spodesta il regime comunista polacco. L'ungheria apre le frontiere all'occidente. In autunno GER est e cecoslovacchia sono travolti da manifestazioni popolari, e a novembre è abbattuto il muro di berlino. Anche in romania rivoluzione. Scompaiono tutti i regimi amici e si dissolve la sfera d'influenza sovietica. Ora gli USA assumono l'iniziativa per definire un nuovo tipo d rapporti con l'URSS, fondati sull'integrazione dell'ex avversario nell'economia mondiale e la negoziazione della riduzione degli arsenali militari strategici (trattati start1 e 2).
Squilibrio di potenza: ora gli USA sono fortissimi. Ma resta il problema tedesco. Il cancelliere Kohl preme per un rapido inglobamento della germania est nella repubblica federale, FRA e ENG temono il rafforzamento di GER, mosca non sa opporsi. Bush guida la riunificazione con una complessa trattativa, e la germania unita entra nella nato e dichiara di impegnarsi a non dotarsi di armi nucleari. A fine anno la GER è unita e la nato domina in europa centrale. L'alleanza atlantica ha realizzato i suoi obiettivi storici. Pochi mesi dopo i paesi dell'est sciolgono il patto di varsavia e la guerra fredda si puo dire finita. Si torna cosi a pensare alla sicurezza collettiva basata sulla cooperazione delle maggiori potenze.
di Dario Gemini
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.