Skip to content

Esplicitare gli impliciti nella formazione

Una individuazione degli elementi latenti della formazione, che distingue latenze di ordine cognitivo — ovvero le idee, i modelli, le immagini, le credenze sulla formazione — latenze affettive — ovvero le emozioni, gli affetti le dinamiche di relazione e comunicazione - e latenze pedagogiche - cioè le strategie, i dispositivi d’azione, i rapporti mezzi-fini dell’educazione — è stata realizzata dalla Clinica della formazione, un particolare approccio di ricerca e di intervento nella formazione dei formatori. La Clinica della formazione usa un approccio qualitativo di tipo clinico, fondato cioè sull’osservazione intensiva e approfondita, sulla riflessione critica e sull’interpretazione, per far emergere e comporre in un quadro significativo le latenze della formazione. Attraverso l’esplicitazione e l’elaborazione degli elementi impliciti, si costruisce una nuova conoscenza di ciò che agisce nel proprio essere formatori, e si creano perciò le condizioni per formarsi sulla propria esperienza, per cambiare, per fare scelte consapevoli.

di Anna Bosetti
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.