Skip to content

FARMACI BLOCCANTI LA RICAPTAZIONE DELLA NORADRENALINA E DELLA DOPAMINA

Il prototipo di questa tipologia di farmaci i il BUPROPIONE, che è un utile antidepressivo per coloro che non tollerano gli effetti collaterali degli SSRI o per coloro per cui non si ha l’aumento della serotonina determinato dagli SSRI.
ANTIDEPRESSIVI E STABILIZZATORI DELL’UMORE DI ULTIMA GENERAZIONE:
INIBITORI DUPLICI DELLA RICAPTAZIONE DELLA SEROTONINA E DELLA NORADRENALINA (SNRI):
La definizione di “inibitori duplici” della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina può essere fonte di confusione, perché anche molti TCA sono inibitori duplici della ricaptazione della NE e della 5-TH; ovvero, gli SNRI condividono le proprietà inibitorie della ricaptazione della noradrenalina, della serotonina e, in misura minore, della dopamina, con i TCA, ma non condividono le proprietà alfa 1, colinergica o il blocco del recettore dell’istamina; dunque, sono state rimosse 3 delle 5 componenti farmacologiche dei TCA.
Infatti, i TCA vengono spesso definiti “farmaci sporchi” perché hanno molteplici meccanismi farmacologici indesiderabili, in quanto causa di effetti collaterali; l’idea è stata di ripulire questi agenti rendendoli selettivi ed è nata così l’era degli SNRI, i quali sono stati privati delle proprietà farmacologiche che mediavano gli effetti collaterali anticolinergici, antistaminici e antiadrenergici.
La tendenza è stata di abbinare meccanismi multipli (il blocco della ricaptazione della NE, della DA, e della 5-TH) per migliorare la tollerabilità e incrementare l’efficacia, conducendo ad una sinergia farmacologica che incrementa nettamente la risposta terapeutica in alcuni pazienti, specialmente in quelli resistenti al trattamento con agenti dal meccanismo unico.
Quando la serotonina e la noradrenalina agiscono in modo sinergico per incrementare l’espressione genica, questo porta ad una maggiore efficacia terapeutica nella depressione; la 5-TH e la NE lavorano insieme per indurre un’attivazione genica ancora maggiore rispetto a quella che la NE può causare da sola; questo è quello che si intende per SINERGIA.

I meccanismi per incrementare la 5-TH e la NE non sono solo il blocco della pompa per la ricaptazione delle monoamine o l’inibizione delle MAO, ma anche il blocco dei recettori alfa 2, che aumentano il rilascio di noradrenalina tagliando il cavo del freno del neurone noradrenergico, e aumentano il rilascio di serotonina, tagliando il cavo del freno dell’inibizione noradrenergica sulla serotonina (impedendo alla noradrenalina di bloccare il rilascio di serotonina).
Ma gli antagonisti alfa 2 possono anche incrementare la neurotrasmissione serotoninergica “schiacciando l’accelerazione della serotonina” per mezzo di un recettore post sinaptico alfa 1.
Quindi gli antagonisti alfa 2 hanno la duplice azione di tagliare il cavo del freno e di schiacciare l’acceleratore della serotonina.

ANTAGONISTI 2A, INIBITORI DELLA RICAPTAZIONE DELLA SEROTONINA (SARI):
E’ una classe di antidepressivi più selettiva rispetto ai TCA e la cui azione farmacologica è quella di bloccare i recettore serotoninergici, con una potenza però minore rispetto ai TCA e agli SSRI.
Il loro meccanismo d’azione deriva dalla combinazione di un potente blocco dei recettori 2A della serotonina e di un blocco meno potente della ricaptazione della serotonina.
di Anna Battista
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.