Skip to content

Funzione di utilità e relazioni di sostituibilità, complementarità, indipendenza

Sia U (q) la funzione che si assume essere continua, monotona crescente, strettamente quasi concava, differenziabile e con matrice Hessiana simmetrica, tale da tracciare una mappa di curve di indifferenza regolare. Ne consegue che ciascuna curva di indifferenza:
ha andamento decrescente: se un bene viene conseguito in misura minore, affinchè la soddisfazione del soggetto resti immutata, è necessario che l’altro bene venga conseguito in misura maggiore, così da avere l’equilibrio;
è una linea curva: la pendenza della linea di indifferenza, cioè il saggio marginale di sostituzione (che indica in che misura due beni possono sostituirsi l’uno all’altro lasciando invariata la soddisfazione complessiva) varia da punto a punto della curva;
è convessa verso l’origine degli assi: ha pendenza decrescente, risponde al principio dell’utilità marginale decrescente (nonostante maggiori quantità consumate di un particolare bene diano luogo a maggiori livelli di utilità, l’utilità addizionale ricavabile in seguito a un piccolo aumento nel suo consumo decresce quanto maggiore è la quantità consumata).
di Elisabetta Pintus
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.