Skip to content

Green Marketization

Marketization → funzionamento complessivo del mercato e della filiera produttiva e commerciale
Dalla green economy deriva la necessità di adottare un nuovo modello di marketization dei prodotti fondato sui valori dell’utilità e del risparmio durante l’uso → green marketization

La value proposition della green marketization è offrire processi e prodotti migliori perché caratterizzati da maggior efficacia ed efficienza
La leva commerciale su cui si fonda questo cambiamento non è quella dei ricavi/profitti, ma è quella dei risparmi in uso → il cliente acquista perché sa che impiegherà meno energia per produrre la stessa quantità di output
Variabili e principi alla base del funzionamento della green marketization:

- Valore differenziale → minor costo durante l’uso (costo decrementale)
- Da abbondanza a scarsità → l’attuale sistema produttivo e di commercializzazione, sviluppato durante la 1° rivoluzione industriale, si basa su una logica lineare (consumismo - gli output diventano dei rifiuti), mentre la green marketization si basa su una logica circolare (gli output, giunti alla fine del primo ciclo di utilizzo, diventano input)
- Equivalenza di prezzo, chiarezza e precisione dell’informazione → i clienti vogliono pagare il prodotto green lo stesso prezzo di quello non green, quindi hanno bisogno di un’informazione chiara e precisa sul prodotto green; un pricing allineato e un’informazione precisa in merito ai risparmi generabili durante l’utilizzo convincono il cliente all’acquisto
- Certezza sull’entità dei risparmi generabili durante l’utilizzo, stabilità e controllo dei costi di funzionamento durante l’utilizzo → in una logica lineare i costi necessari per il funzionamento del prodotto durante l’utilizzo sono difficilmente controllabili dall’utilizzatore, anzi spesso la loro entità è definita arbitrariamente dal fornitore (es. il mercato delle auto è in crisi perché i clienti non possono controllare il costo del carburante)
- Garanzia sulle performance di prodotto e processo → qualsiasi prodotto fortemente innovativo genera un maggior bisogno di rassicurazione che, se non soddisfatto, rappresenta una barriera all’acquisto (questo fenomeno è detto price of unknown); ultimamente l’impresa che propone l’investimento green quantifica ex ante il risparmio generabile, e offre al cliente l’opzione di farsi restituire parte dell’investimento qualora il risparmio promesso non venga effettivamente realizzato (guarantee on savings)
- Riciclabilità → la riciclabilità è intesa come upcycling, cioè un prodotto giunto alla fine del suo ciclo di vita può essere disassemblato nei suoi componenti da utilizzare come input di nuovi cicli produttivi per un numero tendenzialmente infinito di volte (un prodotto riciclabile una volta sola non è green)

Ruolo di internet:
- Fornisce informazioni sulle aziende
- Portali dedicati al tema del green
- Network di consumatori che si rivolgono all’azienda come punto di riferimento per temi green
- Realtà aumentata → sovrapporre alla realtà percepita dal soggetto una realtà virtuale generata da un dispositivo

di Fabio Merenda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.