Skip to content

I DISTURBI D’ANSIA

si tratta di disturbi che coinvolgono l’ansia (disturbo da panico, disturbi d’ansia generalizzati, fobie) o che tentano di evitarla (disturbi ossessivo-compulsivi).
- Disturbo da panico: gli attacchi di panico si verificano improvvisamente ed inaspettatamente e di solito durano diversi minuti; essi spesso determinano la paura di ritrovarsi in situazioni che potrebbero provocare altri attacchi di panico;
- Disturbi d’ansia generalizzati: l’ansia generalizzata è uno stato cronico di ansietà diffusa contraddistinta da un’eccessiva e incontrollabile preoccupazione;
- Fobie: la fobia è la paura collegata d uno stimolo preciso;
- Disturbi ossessivo-compulsivi: l’ansia si verifica quando la persona non riesce a compiere quell’atto compulsivo determinato da un’ossessione.
I disturbi di panico, il disturbo d’ansia generalizzato e le fobie specifiche sono due volte più comuni nelle donne rispetto agli uomini.
Il disturbo da panico è familiare: il rischio per i parenti di primo grado è del 25%, invece per la popolazione generale è del 2%; studi sui gemelli hanno riscontrato una concordanza del 31% per i gemelli identici e del 10% per i gemelli fraterni.
Anche il disturbo d’ansia generalizzato è familiare: i parenti di primo grado presentano un rischio del 20%, mentre la popolazione generale presenta un rischio del 5%.
Per le fobie specifiche, il rischio per i parenti di primo grado è del 31%, e dell’11% per la popolazione generale.
Il DSM-IV include, tra i disturbi d’ansia, anche il DISTURBO POST-TRAUMATICO DA STRESS, ovvero un evento traumatico che ha messo a repentaglio la vita del soggetto, e i cui sintomi sono: la paura di rivivere le stesse esperienze traumatiche o la negazione del trauma.
Il rischio è dell’1% nel corso della vita; il rischio è più alto nei soggetti che hanno vissuto già un’esperienza traumatica.
di Anna Battista
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.