Skip to content

Il fondamento dell’istituto della risoluzione per inadempimento

Elaborata dai canonisti, attenti “ad ogni sfumatura eticamente rilevante in merito alla condotta delle parti”, l’istituto fu concepito anche per evitare “il collegamento automatico fra fattispecie di inadempimento e risoluzione” affidando il rimedio al potere del giudice.
Quanto al fondamento della disciplina le ricostruzioni sono diverse, ma non riescono ad isolare con certezza la ratio dell’istituto, la quale non assume fondamentale rilevanza ai nostri fini; per un motivo preciso: tale ricerca presuppone l’unicità del rimedio risolutorio, mentre il nostro diritto ammette almeno quattro modi generali di risoluzione operanti in modo diverso a seconda delle fattispecie poste in essere dalle parti.
Queste figure hanno verosimilmente un fondamento comune, ma la ragione di ognuna di esse presenta anche elementi specifici differenziati.
E ciò rende più complicata e meno utile un’indagine su di un unica struttura.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.