Skip to content

Intermediario banca

Il legislatore, nelle normative attuali, definisce gli intermediatori come imprese. La banca generalmente è una società per azioni.
Però nel nostro paese ci sono anche altre categorie di banche con natura diversa dalle società per azioni, come ad esempio le cooperative.
La banca, società per azioni, deve avere lo stesso obbiettivo delle società private, ovvero accrescere la ricchezza reale.
L’impresa banca svolge un’attività particolare:
Se si guarda il rapporto tra banca e soggetti in deficit accade che la banca presta dei soldi a questi soggetti. Se questi soggetti sono in grado di farli fruttare, la anca avrà dei benefici; viceversa, se questi dovessero fallire, la banca avrebbe una perdita.
Se si guarda invece il rapporto tra banca e soggetti in surplus, accade che la banca raccoglie il risparmio dai soggetti in surplus, e deve essere in grado di restituire tutti i fondi che i soggetti in surplus le hanno prestato. In caso di non riuscita, potrebbe avere ripercussioni su tutto il mercato.
Inoltre la banca non può scegliere di occuparsi solo di uno dei due soggetti, ma deve porsi nel rapporto duplice tra le due categorie.
Tratto da ECONOMIA DELLE AZIENDE DI CREDITO di Valentina Minerva
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Diritto del mercato finanziario e degli strumenti derivati

Appunti di diritto del mercato finanziario e degli strumenti derivati, anno accademio 2010-2011, docente: Sandro Amorosino;