Skip to content

L'analisi dell'audience

L'audience è fondamentale nella progettazione, costruzione ed emissione della comunicazione (analisi audience, stima abitudini di consumo, componenti geografiche, demografiche e sociali) e nella verifica del raggiungimento obiettivi.
Nei giornali, la differenza tra copie stampate e invendute misura l'efficacia del mezzo, mentre in TV, l'audience è non fornisce riscontri diretti. Il mercato televisivo è frazionabile in mercati più piccoli e specializzati grazie al criterio del daypart (programmi definiti in base al periodo del giorno e in base al contenuto): prime time (maggior fruizione, più pubblicità, pubblico eterogeneo), daytime (casalinghe → prodotti per la casa e alimentari), sport (maschi → bevande alcoliche, auto e moto, prodotti per svago all'aria aperta), notizie (persone anziane → farmaci da banco, integratori vitaminici e alimentari, prodotti per la salute), late night (Adulti) e bambini (target pubblicitario raggiunto con maggior precisione → giocattoli, merendine, prodotti informatici).
Rating: percentuale di famiglie che sta guardando un determinato programma.
        apparecchi sintonizzati sul programma X / totale apparecchi presenti nella zona
HUT: sommatoria dei rating, percentuale di famiglie che sta guardando la TV.
        apparecchi sintonizzati su qualsiasi programma / totale apparecchi presenti nella zona
Share: distribuzione delle preferenze di chi guarda la TV in quel momento (impatto di un programma     sull'audience in un determinato momento → nicchie di mercato).
        apparecchi sintonizzati sul programma X / apparecchi sintonizzati su qualsiasi programma

Effetto eredità: quando un programma finisce, circa il 50% dell'audience segue anche quello successivo.
Ripetizione dell'ascolto: programma frammentato → se seguo un episodio, seguo anche gli altri.
L'acquisto di uno spazio pubblicitario si basa sulla proiezione dell'ampiezza dell'audience globale raggiunta dal messaggio nel corso dell'intera campagna, attraverso la combinazione di HUT (quando lo spot andrà in onda) e SHARE (quale programma che conterrà lo spot). I messaggi pubblicitari devono raggiungere l'audience in modo differenziato, in base a variabili socio-demografiche, geografiche e comportamentali.
di Alessio Bellato
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.