Skip to content

La gestione della crisi nel Corporate e Investment Banking

La crisi dell’impresa pone debitori e creditori di fronte a una serie di alternative. E’ necessario stabilire se la crisi è un fenomeno temporaneo dovuta a una carenza di liquidità e, quindi, l’impresa dovrebbe essere salvata, oppure una situazione ormai permanente determinata dal fatto che il valore degli assets dell’impresa è irrimediabilmente inferiore al valore delle sue passività, il che giustificherebbe una sua liquidazione. Se la crisi è temporanea, creditori e debitori devono poi decidere se affrontarla attraverso una delle procedure previste dalla legge fallimentare italiana e intraprendere una ristrutturazione giudiziaria, oppure attraverso accordi in via stragiudiziale con i creditori.
di Alessandra Depaola
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.