Skip to content

La prospettiva finalistica: la sicurezza sociale

Invece, da un punto di vista finalistico e funzionale i vari interventi forme dell'azione sociale dello stato, appartenendo ad una comune matrice, sono inevitabilmente destinati ad integrarsi e combinarsi l'un l'altro, di modo che i bisogni, che, in ipotesi, non possano essere integralmente soddisfatti in un campo, possono trovare compensazione nell'altro: in un contesto di sostanziale fungibilità di tecniche ed interventi.
Alla luce di tali considerazioni risulta più facile giustificare il fatto che, storicamente, a più o meno contingenti occasioni di contrazione del ruolo delle assicurazioni sociali abbia fatto e faccia da contrappeso un estensione degli interventi di assistenza sociale e, dunque, un maggiore impegno della finanza erariale.
Tale articolata e composita situazione, risultante dal concorso di forme diverse e in reciproca interazione dell'azione sociale dello Stato, va comunemente sotto il nome di sicurezza sociale.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.