Skip to content

La selezione dei media per la pubblicità

Nella selezione dei media, l’inserzionista deve stabilire che livello di copertura e di frequenza siano necessari per conseguire gli obiettivi della pubblicità. L’azienda potrebbe tentare di raggiungere il 70% del mercato target durante il primo anno. I prodotti che necessitano di una dimostrazione trovano giovamento dall’uso di messaggi televisivi, comprendenti immagini e suoni. Il medesimo messaggio collocato su una rivista può essere più credibile che su un’altra. Il GRP (gross rating points) è un indice che segnala la copertura lorda o la copertura raddoppiata di una campagna pubblicitaria. Il GRP si calcola moltiplicando la copertura per la frequenza.

Scegliere fra i tipi di media

Chi effettua la pianificazione dei media deve conoscere copertura, frequenza e impatto di ciascuno dei principali tipi di media. Per quanto attiene al volume della pubblicità, i più importanti risultano essere quotidiani, televisione, radio, riviste e pubblicità all’aperto. Ogni mezzo presenta vantaggi e svantaggi.
Nell’operare le scelte i media planner considerano vari fattori, comprese le abitudini dei consumatori target rispetto ai media. Differenti tipi di messaggio possono esigere differenti media. Anche il costo è una variabile essenziale nella scelta dei media. La televisione è estremamente cara mentre i quotidiani sono molto più
accessibili.

Selezionare gli specifici canali di comunicazione

Il media planner deve scegliere gli specifici canali di comunicazione all’interno della categoria generale. È opportuno che l’inserzionista conosco i canali prediletti dal proprio mercato obiettivo. Il media planner deciderà quali canali garantiscono la miglior copertura, frequenza e incidenza dell’investimento.

La scansione temporale della pubblicità

L’azienda deve decidere la programmazione della pubblicità nel corso di una anno. Un albergo o un villaggio turistico dovrebbero conoscere la provenienza dei propri clienti e con quanto anticipo essi effettuino le prenotazioni. La maggior parte delle imprese opera una qualche forma di scansione stagionale.


di Alessia Muliere
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.