Skip to content

Neoplasie cerebrali

I tumori cerebrali sono un'altra possibile causa, seppur con incidenza minore delle altre trattate, di GCA. Il danno in questi casi è provocato dalla compressione e distruzione delle cellule nervose provocato dall'accrescimento della massa tumorale.
 
Una prima suddivisione viene operata tra tumori primari e secondari: i primi sono quelli che hanno origine nel cervello, i secondi sono invece dovuti a metastasi di tumori originati in altri organi del corpo. Un tumore di origine cerebrale, infatti, raramente si diffonde in altre zone del corpo, mentre è possibile che cellule cancerose provenienti da altri organi migrino fino al cervello e producano un tumore secondario in tale sede, questi ultimi rappresentano circa il 30-40% di tutti i tumori intracranici.

Esiste un'altra distinzione tra tumori benigni e maligni. I tumori maligni presentano contorni irregolari, hanno un grado di proliferazione più rapido e possono penetrare in tessuti dell'encefalo diversi da quelli in cui hanno tratto origine. Ciononostante, anche i tumori cerebrali benigni non sono da sottovalutare poiché, essendo il cervello racchiuso in una struttura non elastica, i noduli esercitano comunque pressione sull'area circostante, con la possibilità di danneggiare aree di vitale importanza.

Il livello di gravità viene definito in funzione della forma (regolare o irregolare) e della velocità di crescita della massa tumorale.

Esistono poi molti tipi diversi di neoplasia cerebrale a seconda del tipo di tessuto da cui originano le cellule cancerose. Una descrizione dettagliata di ogni tipologia esula dagli scopi di tale trattazione, si elencheranno ciononostante di seguito le forme più comuni.

I tumori cerebrali più diffusi (circa il 40% di tutti i tumori primitivi) sono i gliomi, che si sviluppano dalle cellule gliali, sono solitamente benigni e ne esistono diversi sottotipi a seconda del tipo di cellula gliale da cui originano. I medulloblastomi sono tumori maligni che originano nel cervelletto, ma possono diffondersi in altre zone del cervello e colpiscono solitamente i bambini e gli adolescenti. I meningiomi originano dalle meningi, possono essere sia benigni che maligni e colpiscono soprattutto gli adulti. Gli emangioblastomi originano dalle cellule dei vasi sanguigni e sono di solito benigni e a progressione lenta. Gli adenomi ipofisari originano dalle cellule ipofisarie, sono di natura generalmente benigna, ma possono causare alterazioni ormonali. I linfomi del sistema nervoso centrale originano dai linfonodi, sono particolarmente maligni e si riscontrano soprattutto in individui immunodepressi, ma contrariamente ai linfomi sistemici solitamente non si diffondono nel resto del corpo.

Il danno cerebrale può essere di natura molto variabile e dipende più dalla localizzazione e dall'ampiezza della zona in cui si instaura il tumore, piuttosto che dal diverso tipo di neoplasia.


di Nives Balestra
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.