Skip to content

Ordinamento comunitario e ordinamento interno nel settore della protezione sociale

Lo sviluppo della prevenzione e il processo di individualizzazione della protezione sociale
I più importanti tra i frammenti della legislazione nazionale di sicurezza sociale, tributari di regole o principi esplicitamente posti o prefigurati dalle fonti comunitarie, sono: la garanzia dei crediti retributivi dei confronti del datore di lavoro insolvente; la disciplina prevenzionistica a tutela della salute negli ambienti di lavoro; l'estensione della tutela assicurativa alle malattie professionali non tabellate; la flessibilizzazione delle condizioni di accesso al pensionamento per vecchiaia; l'estensione della tutela previdenziale per la maternità alle lavoratrici autonome e libere professioniste o non; il superamento della distinzione di sesso nei regimi previdenziali, tanto di base che complementare; la protezione sociale dei "lavori atipici".
Tuttavia, tra i fenomeni di maggior rilievo e nei quali è da ritenere che si manifesti, oggi, una particolare "tensione" tra diritto comunitario e diritto nazionale nelle materie della sicurezza sociale, va incluso, innanzitutto, il ruolo progressivamente crescente assunto dai servizi di prevenzione, e dalle scelte che puntano ad una stretta integrazione tra misure di tipo indennitario e misure dirette a favorire lo sviluppo e la soddisfazione dei diritti sociali.
In sostanza, appaiono sempre più rafforzarsi la percezione ed il convincimento che, a fronte di eventi generatori di bisogno, non è detto che le forme di riparazione economica rappresentino la risposta ottimale e comunque sufficiente ad evitare il perdurare dell'emarginazione e delle diseguaglianze sociali, se non si provvede anche, con politiche attive, a prevenire lo stato di bisogno e a creare tempestivi meccanismi di compensazione.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.