Skip to content

Rilevanza ed opponibilità dei contratti

Il contratto, in quanto esiste come “fatto” sociale, ha un suo rilievo nei confronti dei terzi, assume un valore che impone, in ogni caso, ad essi di non interferire illegittimamente nelle posizioni create fra le parti.
In alcuni casi quel fatto, in virtù di un giudizio disposto dalla norma, può prevalere su altri incompatibili.
Rilevanza ed opponibilità sono dunque qualifiche formali che esprimono la diversa attenzione dell’ordinamento: in un caso, alla semplice presenza del fatto negoziale, indipendentemente dagli effetti reali od obbligatori e da essi promanano; nell’altro, ad alcuni di quei fatti che, per la loro particolare importanza sociale e conseguente conformazione strutturale, sono destinati, in presenza di uno schema formale, a prevalere su altri, in eventuali conflitti, qualora siano rispettate determinate condizioni.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.