Skip to content

Sprawson - La supremazia inglese nel nuoto

Nell'800 gli inglesi erano considerati i migliori nuotatori al mondo. In Quell'epoca la loro passione per gli sport divenne il loro tratto distintivo. A Londra c'erano molte piscine e spettacoli, la gente si buttava dai ponti. Anche le donne erano forti. I migliori nuotatori venivano dal nord Inghilterra. Nuotavano in laghi e bacini, in tetre vasche.
Mentre nell'epoca elisabettiana si ispiravano al cane, ora si ispirano alla rana. Webb aveva attraversato la manica nuotando sempre a rana. Tutti nuotavano nudi, finché non aumentò in età vittoriana la popolarità dei bagni. Per gli uomini fu istituito l'uso di mutandoni fino alle ginocchia, le donne usavano invece dei completi. Solo nel 1901 fu permesso alle donne di nuotare in stabilimenti balneari alla presenza degli uomini. Dall'epoca di Giorgio 3° era sorta in Inghilterra una gran quantità di stazioni balneari, e il nuoto era diventato di moda, per salute. L'acqua salata si usava come cura. La vacanza come regno della simulazione, dove tutti impersonavano il ruolo che preferivano, dandosi uno status sociale che in realtà non avevano. Al mare è legato un senso di liberazione. Edmund Gosse in "padre e figlio" descrive l'effetto avuto dai libri che suo padre pubblicò nel 1850, su conchiglie e anemoni di mare, e che invitarono molte persone a recarsi al mare.

La passione per il nuoto si riconduce all'enorme influenza esercitata da Ruskin. Le sue descrizioni di cascate europee e fiumi inglesi, l'attenzione all'acqua nei quadri di Turner... lo stesso anno della pubblicazione dei Pittori moderni, viene fondato un club alpino (lui amava i monti). L'oceano era l'espressione dello spirito romantico del tempo. L'acqua rappresentava ancora un elemento misterioso. In tanti annegavano. E in tanti alludevano al desiderio di un morte per acqua. Vedi la 1a moglie di Shelley, vedi Mary Wollstonecraft, vedi Shelley stesso. C'era un sorta di rapporto sentimentale con l'acqua, che rintracciamo in tutta la letteratura del tempo. Ciò che era in relazione con l'acqua sembrava emanare un fascino straordinario, particolare...i poeti erano ammirati dalle qualità dell'acqua, ne analizzavano i colori e la musicalità.. coleridge aveva osservato 5 tipi di cascate..Famosi nuotatori del tempo si cimentavano per giorni da soli o in gruppi in gare in vasche erette presso palazzi pubblici, uno spettacolo che attirava molte persone e personalità. Tra le figure chiave della storia del nuoto c'è Annette Kellermann, che eseguiva balletti subacquei.... divenne campionessa australiana di nuoto e immersione, ed ebbe per tutta la vita un atteggiamento romantico nei confronti del nuoto. Altra figura chiave fu Mattew Webb, inglese. Sprezzante del pericolo. Voleva attraversare la manica. Si allenò duramente. fece un primo tentativo nel 1875 ma si fermò a metà. Ritentò 12 giorni dopo. Arrivò dopo 22 ore. Divenne quasi un eroe. le cronache dicono che contribuì a dare un impulso al nuoto in tutto il paese. Le piscine di Londra sono gremite di giovani con il culto di Webb. In seguito Webb farà conferenze: la mancanza di soldi lo porterà ad esibirsi di nuovo. In un periodo in cui era in crisi si decise per un ultima grande impresa: passare sotto le cascate del Niagara a nuoto. Webb mirava al denaro e alla fama. Ma muore, e c'erano tanti spettatori.


di Dario Gemini
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.