Skip to content

Il disallineamento ideologico e l'influenza sulle strategie comunicative nella competizione elettorale - L'evoluzione dal PCI al PD attraverso i discorsi dei Leader.

Gratis L'indice di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 SOMMARIO INTRODUZIONE ............................................................................................................... 6 CAPITOLO 1. RAGIONI, CAUSE, IMPLICAZIONI E CONSEGUENZE DEL PROCESSO DI DISALLINEAMENTO DELLE APPARTENENZE ........................... 9 1.1 L’EMERSIONE DEL FENOMENO A LIVELLO SOCIALE ........................................ 10 1.1.1 Un processo dalle radici lunghe e profonde .................................................................... 10 1.1.2 I caratteri strutturali del processo di disallineamento ...................................................... 13 1.1.3 La natura multiforme del disallineamento e le sue cause ................................................ 15 1.2 IL NUOVO RUOLO DELLA “PARTY IDENTIFICATION” ....................................... 18 1.2.1 L’identificazione partitica come concetto in evoluzione ................................................. 18 1.2.2 L’identificazione come strumento euristico nel campo politico .................................... 20 1.3 ANALISI DEL DISALLINEAMENTO ATTRAVERSO LE CATEGORIE DI MOBILITAZIONE ...................................................................................................................... 23 1.3.1 La mobilitazione di partito e la mobilitazione cognitiva come strumenti di misurazione del disallineamento ................................................................................................................... 23 1.3.2 Gli studi di Dalton sul caso tedesco: l’applicazione pratica delle categorie .................. 26 1.3.3 Per una prima generalizzazione ....................................................................................... 29 1.3.4 Modelli di mobilitazione e impegno elettorale ............................................................... 31 1.3.5 Gli aspetti generazionali della mobilitazione cognitiva ................................................. 33 1.3.6 Modelli di mobilitazione e modelli motivazionali: quale correlazione? ......................... 35 1.3.7 Partigianeria contro sofisticazione: influenze sull’auto-percezione dell’efficacia politica e sull’auto-collocazione nello spettro ideologico ..................................................................... 37 1.4 ULTERIORI ASPETTI (CONCLUSIVI) DEL PROCESSO DI DISALLINEAMENTO POLITICO.................................................................................................................................... 40 1.4.1 Il trend discendente delle affiliazioni partitiche ............................................................. 40 1.4.2 L’erosione delle loyalties elettorali nel caso Inglese ...................................................... 43 1.4.3 Disallineamento “uguale” volatilità: un’equazione semplice ma efficace ..................... 45 3 CAPITOLO 2. IL DISALLINEAMENTO IDEOLOGICO COME VOLANO DELLA TRASFORMAZIONE VERSO UN MODELLO DI COMPETIZIONE ELETTORALE “NON POSIZIONALE” ....................................................................... 48 2.1 L’ORIGINE DEL MODELLO COMPETITIVO TRADIZIONALE ................................... 49 2.1.1 Disallineamento e accresciuta permeabilità dell’elettorato: quali conseguenze per i partiti? ...................................................................................................................................... 49 2.1.2 La prospettiva economica nella teorizzazione di Hotelling ........................................... 51 2.1.3 La trasposizione politica della teoria economica: il teorema dell’ “elettore mediano” .. 54 2.1.4 La scarsa efficacia predittiva del teorema di Downs e la sua successiva evoluzione...... 56 2.2 L’EMERSIONE DEI FATTORI NON POSIZIONALI NEL MODELLO COMPETITIVO ELETTORALE ............................................................................................................................ 60 2.2.1 Stokes e l’introduzione dei fattori competitivi “non posizionali”: la campagna di Eisenhower del 1952 ................................................................................................................ 60 2.2.2 Lo spostamento dell’asse del confronto ......................................................................... 63 2.2.3 Spunti per una rilettura della competizione politica in chiave non posizionale ............. 66 2.3 LE DIVERSE DECLINAZIONI DEL CONCETTO DI “VALENCE ISSUE” .................. 69 2.3.1 La natura e le ragioni dell’utilizzo dei temi non posizionali .......................................... 69 2.3.2 Le “issue politics”: un compromesso innovativo tra temi posizionali e imperativi ....... 73 2.3.3 Modelli di competizione e comportamenti individuali degli elettori nell’era del disallineamento ideologico ....................................................................................................... 76 2.3.4 L’interdipendenza fra Ideologia, Euristiche e Sofisticazione politica nella formazioni delle valutazioni elettorali ........................................................................................................ 79 CAPITOLO 3. DAL DISCORSO POSIZIONALE AL DISCORSO IMPERATIVO: il percorso evolutivo dal Pci al Pd attraverso l’analisi degli schemi comunicativi adottati dai principali leader del centrosinistra ............................................................................ 82 3.1 IL PCI COME PROTOTIPO DI PARTITO IDEOLOGICO DI INTEGRAZIONE DI MASSA ........................................................................................................................................ 83 3.1.1 Dal partito di integrazione di massa a quello professionale-elettorale: una ricostruzione tra storia, società e politica ....................................................................................................... 83 3.1.2 Breve ritratto storico-politico del Partito Comunista Italiano ........................................ 88 4 3.1.3 Il Pci degli anni Settanta e lo stile comunicativo di Berlinguer ..................................... 92 3.1.4 Il discorso di Berlinguer a Mosca del 1977 .................................................................... 95 3.1.5 Il discorso di Berlinguer ai giovani di Milano, 1982...................................................... 97 3.2 LA PRIMA TAPPA DELLA MUTAZIONE GENETICA DELLA SINISTRA ITALIANA: DAL PCI AL PDS ...................................................................................................................... 101 3.2.1 Dal Pci al Pds: il peso della storia e dell’ideologia nell’avvio del processo di ridefinizione identitaria, formale e sostanziale ....................................................................... 101 3.2.2 Uno sguardo d’insieme sulla strategia elettorale del Pds nella campagna del 1992 .... 105 3.2.3 Il comizio elettorale di Occhetto: il primo banco di prova per il Pds alle elezioni politiche del 1992 ................................................................................................................... 107 3.2.4 La fine della Prima Repubblica e la mediatizzazione dell’evento elettorale ................ 111 3.2.5 Occhetto e la sfida a Berlusconi: il discorso programmatico per la campagna elettorale del 1994 .................................................................................................................................. 113 3.2.6 La nascita dell'Ulivo e il ruolo del Pds nella coalizione del centrosinistra .................. 116 3.2.7 La presentazione del programma dell’Ulivo : il discorso congiunto di Prodi e D’Alema nell’ambito della campagna elettorale del 1996 ..................................................................... 119 3.2.8 Il discorso d’insediamento del Governo “D’Alema” nel 1998 .................................... 123 3.3 NASCONO I DS: LO SPOSTAMENTO VERSO UNA COMUNICAZIONE SEMPRE MENO POSIZIONALE ............................................................................................................. 128 3.3.1 Dal PDS ai DS: il travagliato percorso di revisione ideologica e la scelta di Rutelli come candidato Premier ................................................................................................................... 128 3.3.2 La nascita della Margherita e il suo ruolo chiave nelle successive sorti del centrosinistra ................................................................................................................................................ 131 3.3.3 Francesco Rutelli: il comizio di chiusura della campagna elettorale per il nord Italia del 2001 ........................................................................................................................................ 133 3.3.4 “Meridione: ponte dell’Italia” : il discorso conclusivo di Rutelli nella campagna per le politiche del 2001 ................................................................................................................... 136 3.3.5 La strada politica verso il rilancio dell’Ulivo: la scelta di Prodi come candidato dell’Unione ............................................................................................................................. 139 3.3.6 La campagna elettorale del 2006: il discorso del segretario Ds Piero Fassino ............. 142 5 3.4 IL DEFINITIVO AFFRANCAMENTO DALL’IDEOLOGIA: IL TRIONFO DEL MODELLO DELLE VALENCE ISSUES ................................................................................. 146 3.4.1 Il discorso di Fassino all’ultimo Congresso dei DS: la trasformazione definitiva in “partito pigliatutto” ................................................................................................................ 146 3.4.2 La nascita del Partito Democratico: la transizione completa ....................................... 152 3.4.3 La campagna elettorale 2008: il comizio di Walter Veltroni, candidato PD alla presidenza del Consiglio ........................................................................................................ 154 4. CONCLUSIONI ......................................................................................................... 159 4.1 L’IMPORTANZA DEL DISCORSO POLITICO AI FINI DELLA RICERCA POLITICA E POLITOLOGICA ...................................................................................................................... 159 4.2 UNA VALUTAZIONE CONCLUSIVA ............................................................................ 162 RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI .............................................................................. 165 SITOGRAFIA .................................................................................................................. 169
Indice della tesi: Il disallineamento ideologico e l'influenza sulle strategie comunicative nella competizione elettorale - L'evoluzione dal PCI al PD attraverso i discorsi dei Leader., Pagina 1

Indice dalla tesi:

Il disallineamento ideologico e l'influenza sulle strategie comunicative nella competizione elettorale - L'evoluzione dal PCI al PD attraverso i discorsi dei Leader.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Jacopo Teodori
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scinze di Governo e della Comunicazione Pubblica
  Relatore: Michele Sorice
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 169

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

strategie elettorali
comunicazione elettorale
disallineamento
discorsi dei leader
discorsi berlinguer
discorsi occhetto
analisi discorsi pci
analisi discorsi pd
strategia comunicativa sinistra italiana
temi imperativi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi