Comunicare Brera

Tesi di Laurea

Facoltà: Design e Arti

Autore: Serena Tralli Contatta »

Composta da 161 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1979 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo.

Anteprima della Tesi di Serena Tralli

Anteprima della tesi: Comunicare Brera, Pagina 10
Mostra/Nascondi contenuto.
1. Comunicare Segnaletica fissata alle pareti Segnaletica a parete: Fig. 1.33 Segnaletica parallela al muro in materiale trasparente per ridurre l’interferenza, Clermont-Ferrand, Francia. Fig. 1.34 Segnaletica a bandiera, Tsukuba, Tokio. Fig. 1.35 Segnaletica inclinata, Torino, L’ostensione della Sindone, zona di accoglienza. L’ultima possibilità è quella di avere il segnale in posizione perfettamente perpendicolare al suolo. La prima soluzione è sicuramente quella meno invasiva, ma anche quella con un campo di applicazione più ridotto, dati gli scompensi di lettura (solo da fermo e da una posizione vicina) e la possibilità di utilizzare un unico lato. Gli altri due gruppi, se ben studiati, possono portare a soluzioni di maggiore visibilità ad impatto contenutistico, con la possibilità di utilizzare più facce. La segnaletica fissata a parete si suddivide in: parallela al muro, inclinata e fissata a bandiera (perpendicolare). Entrambi i gruppi non necessitano di un sostegno proprio, a favore di un minor impatto visivo. Bisognano, però, di una superficie che non presenta limiti particolari nell’essere forata (cosa non possibile negli edifici storici), riducendo così il campo d’applicazione. La soluzione a bandiera, rispetto a quella a muro, ha una superficie più ampia su cui intervenire (due facce), mentre quella inclinata (poco usata), favorisce la leggibilità, ma è adattabile a un numero ridotto di casi. Fig. 1.32 Segnaletica al suolo, verticale, con quattro facce. Expò ’86 Vancouver, pannelli di stoffa retroilluminati. 27