La Psicoanalisi in Russia: nascita, sviluppo e oblio

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Larissa Sazanovitch Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6231 click dal 07/02/2007.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo.

Anteprima della Tesi di Larissa Sazanovitch

Anteprima della tesi: La Psicoanalisi in Russia: nascita, sviluppo e oblio, Pagina 6
Mostra/Nascondi contenuto.
7 attingendo a quella fonte ancora vergine (si pensi, a questo proposito, alle intense pagine di Dostoevskij, Turgenev e Tolstoj). In effetti il popolo russo conservava ancora pienamente il proprio folklore e le proprie arti tradizionali. In secondo luogo, non si può dimenticare che la Russia è la terra nella quale nacque il “nichilismo”, una tendenza culturale pervasa dal fascino dell’idea di distruzione. Le lontane origini del nichilismo possono essere rintracciate nella memoria storica delle stragi perpetrati dai mongoli, che dal XIII al XV secolo devastarono metà dell’Asia e della Russia centrale, massacrando milioni di esseri umani, riducendo interi paesi a deserto e distruggendo fiorenti città fino all’ultimo abitante. Lo stesso tipo di crudeltà venne esercitato dallo zar Ivan il Terribile. Una mentalità apocalittica si era diffusa tra la popolazione, dando luogo a casi di autodistruzione in massa. Nel corso del XVII secolo comparve la setta dei raskol’niki 1 ( “i vecchi credenti”) che distrussero le proprie case e si diedero la morte con il fuoco pur di non accettare talune modifiche apportate ai libri sacri. Questi furono ispiratori di numerose sette nelle quali la tendenza all’autodistruzione era particolarmente evidente: gli skoptsy (o “mutilatori”) e i chlysty (o “flagellanti”). In questa temperie culturale due scienziati russi: lo psichiatra Tokarskij ed il fisiologo Mečnikov (Ellenberger, 1976, p.306) a cavallo del ‘900, 1 Scismatici.