L'attività consultiva delle commissioni nel procedimento legislativo

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Massimo Marciano Contatta »

Composta da 203 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1700 click dal 18/05/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo.

Anteprima della Tesi di Massimo Marciano

Anteprima della tesi: L'attività consultiva delle commissioni nel procedimento legislativo, Pagina 8
Mostra/Nascondi contenuto.
12 espresso i loro pareri, ha portato a configurare l'istituto del parere come uno strumento di scarsa incidenza per orientare le scelte di politica legislativa. Evidenziano una scarsa considerazione dell'attività stessa l'apporto esterno al Parlamento di soggetti diversi (da cui è derivata una progressiva attenuazione del contributo prodotto in seno alle commissioni) e la mancanza nell'attività consultiva ordinaria (è denominata così quella svolta dalle commissioni in sede referente), oltre che di efficacia cogente, anche dell'esame sugli emendamenti introdotti sull'originario progetto di legge dalle commissioni competenti per il merito. La conseguente marginalizzazione dell'attività consultiva ordinaria, a fronte di una sempre più rilevante centralità dell'attività speciale (quella svolta dalle “commissioni-filtro”), ha indotto a riferire l'attività consultiva pressoché disciplina del procedimento legislativo sia necessario rifarsi a queste anche se sottratte al sindacato di legittimità della Corte Costituzionale.