La Psicoanalisi in Russia: nascita, sviluppo e oblio

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Larissa Sazanovitch Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6260 click dal 07/02/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo.

Anteprima della Tesi di Larissa Sazanovitch

Anteprima della tesi: La Psicoanalisi in Russia: nascita, sviluppo e oblio, Pagina 8
Mostra/Nascondi contenuto.
9 L’atto sessuale è il centro dell’esistenza è il momento nel quale l’uomo diventa un dio. Il sesso è la fonte metafisica della mente, dell’anima e della religione. Egli chiamò religione del Sole le antiche religioni orientali e l’ebraismo primitivo, perché erano terrene e mondane, esaltavano la procreazione e la fertilità, la continuità della famiglia e la perpetuazione della specie. L’antica civiltà egizia, era “una sorta di lirismo fallico”. Il cristianesimo, che insegna l’ascetismo, la castità e la verginità, è una religione di morte. La vita è la casa; la casa deve essere calda, bella e rotonda come un ventre. Gli omosessuali crearono la civiltà greca e furono i più grandi geni. La prostituzione è “il fenomeno più sociale, in una certa misura il prototipo della socialità…; i primi Stati nacquero dagli istinti delle donne verso la prostituzione” . Rozanov interpretò gli scrittori attraverso le loro vite intime ( dalla loro “ biancheria intima” come egli diceva ); il suo simbolismo sessuale complessivo lo condusse a vedere il fallo ovunque nella natura. 4 Alla luce di questi esempi, l’idea che Freud sia stato il primo ad introdurre una nuova teoria sessuale in un’epoca nella quale la sessualità era considerata tabù, può essere, dunque, disconfermata dall’affacciarsi di teorie sessuali, come quelle evolutesi in Russia, contemporaneamente ma in modo indipendente dal pensiero freudiano. Anche i contatti personali di Sigmund Freud con la Russia non sono scarsi. La madre dello psicoanalista, nata a Brody, una cittadina della Galizia non lontana dal confine russo, in gioventù, trascorse alcuni anni nella città di Odessa sul Mar Nero, ove risiedevano due suoi fratelli. Anche il padre, Jacob Freud, all’età di settantanni si trasferì ad Odessa con la speranza, risultata vana, di potervi avviare un’attività commerciale . Durante il suo soggiorno a Parigi presso la clinica di Charcot, Sigmund Freud divenne amico di un giovane collega russo, Darkševič (1858-1928) al quale lo univano, oltre agli interessi professionali, la comune riservatezza, la preminenza data ai valori familiari e religiosi, nonché la passione per l’attrice Sarah Bernard. 4 Riassunto delle idee di Rozanov tratto da Ellenberger, 1976, p.514.