Progetto e realizzazione di un corso interdisciplinare di fisiologia e bioingegneria cardiovascolare realizzato con tecnologie multimediali

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Stefano Scotti Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3077 click dal 03/02/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

"Progetto e realizzazione di un corso interdisciplinare di fisiologia e bioingegneria cardiovascolare realizzato con tecnologie multimediali" rappresenta un lavoro da inserire in un progetto di TeleRegions SUN2 che si chiama progetto DIDE (Didactical Distributed Environment) e cioè la realizzazione di una piattaforma per la cooperazione didattica distribuita. L'attenzione del progetto dide si focalizza sulla creazione di corsi on-line, software di autovalutazione, sistemi Q&A e teletutoring. Nella sua visione più ampia il progetto è mirato all'utilizzo delle nuove tecnologie nella didattica di un settore "di confine" che sia di interesse sia per la Facoltà di Medicina (Università degli Studi di Milano), che per quella di Ingegneria (Politecnico di Milano Dipartimento di Bioingegneria), oltre che per una utenza potenziale futura che l'Assessorato alla Sanità della Regione Lombardia ha individuato nel settore dei medici di base e in quello del personale paramedico.
Il progetto da me realizzato riguarda la creazione di un corso on-line a cui ho affiancato una demo del software di autovalutazione. Il corso on-line realizzato dal titolo "Elementi di fisiologia e bioingegneria cardiovascolare" rappresenta il frutto quindi di una collaborazione tra il Dipartimento di Bioingegneria del Politecnico di Milano, del Dipartimento di Fisiopatologia del LITA dell'Ospedale Luigi Sacco di Milano, Istituto della Facoltà di Medicina dell'Università degli Studi di Milano e dal METID del Politecnico di Milano che è il Centro Metodi E Tecnologie Innovative per la Didattica che si occupa del progetto più ampio TeleRegions SUN2 che ha messo a disposizione le sue tecnologie e le sue conoscenze per la realizzazione del mio progetto.
La realizzazione ha implicato più ambiti di confronto. Nella prima fase si è trattato di creare un indice degli argomenti che il corso on-line doveva trattare. Questo è stato possibile attraverso la collaborazione dei miei Relatori, il Prof. Sergio Cerutti del Politecnico di Milano Dipartimento di Bioingegneria e il Prof. Massimo Pagani dell'Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Dipartimento di Fisiopatologia presso LITA Ospedale Luigi Sacco di Milano. Successivamente ho dovuto fare la selezione del materiale e quindi pubblicarlo on-line attraverso software dedicati a questo fine e ho dovuto occuparmi degli aspetti dell'elaborazione delle immagini e dei filmati che nel corso on-line sono stati inseriti. Da ultimo ho realizzato in collaborazione con il l'ing. Stefano Chini del METID una demo di software di autovalutazione.
Vorrei fare dei sentiti ringraziamenti ai miei Relatori Proff. Sergio Cerutti e Massimo Pagani, che hanno sempre attentamente seguito il mio lavoro, apportando le correzioni e i suggerimenti al momento opportuno; ringrazio il Prof. Alberto Colorni direttore del METID che mi ha dato la possibilità di usufruire delle strutture del METID; ringrazio la Prof.ssa Margherita Pillan che mi ha dato la possibilità di essere il protagonista di questa esperienza; ringrazio l'ing. Andrea Bazzi del METID che non mi ha mai abbandonato nelle numerose difficoltà che ho incontrato nell'implementazione del lavoro; ringrazio l'ing. Stefano Chini che si è prodigato affinchè terminassimo in breve tempo la demo dell'autovalutazione. Ringrazio il mio caro amico Alessandro Guzzeloni, le cui risposte alle mie e-mail si sono sempre rivelate illuminanti. Ringrazio infine la mia famiglia, che mi ha sempre incoraggiato e aiutato affinchè il mio iter universitario si compisse e la mia ragazza che ha sacrificato parte del suo tempo in operazioni di dettatura e scrittura.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 "Progetto e realizzazione di un corso interdisciplinare di fisiologia e bioingegneria cardiovascolare realizzato con tecnologie multimediali" rappresenta un lavoro da inserire in un progetto di TeleRegions SUN2 che si chiama progetto DIDE (Didactical Distributed Environment) e cioè la realizzazione di una piattaforma per la cooperazione didattica distribuita. L'attenzione del progetto dide si focalizza sulla creazione di corsi on-line, software di autovalutazione, sistemi Q&A e teletutoring. Nella sua visione più ampia il progetto è mirato all'utilizzo delle nuove tecnologie nella didattica di un settore "di confine" che sia di interesse sia per la Facoltà di Medicina (Università degli Studi di Milano), che per quella di Ingegneria (Politecnico di Milano Dipartimento di Bioingegneria), oltre che per una utenza potenziale futura che l'Assessorato alla Sanità della Regione Lombardia ha individuato nel settore dei medici di base e in quello del personale paramedico. Il progetto da me realizzato riguarda la creazione di un corso on-line a cui ho affiancato una demo del software di autovalutazione. Il corso on-line realizzato dal titolo "Elementi di fisiologia e bioingegneria cardiovascolare" rappresenta il frutto quindi di una collaborazione tra il Dipartimento di Bioingegneria del Politecnico di Milano, del Dipartimento di Fisiopatologia del LITA dell'Ospedale Luigi Sacco di Milano, Istituto della Facoltà di Medicina dell'Università degli Studi di Milano e dal METID del Politecnico di Milano che è il Centro Metodi E Tecnologie Innovative per la Didattica che si occupa del progetto più ampio TeleRegions SUN2 che ha messo a disposizione le sue tecnologie e le sue conoscenze per la realizzazione del mio progetto. La realizzazione ha implicato più ambiti di confronto. Nella prima fase si è trattato di creare un indice degli argomenti che il corso on-line doveva trattare. Questo è stato possibile attraverso la collaborazione dei miei Relatori, il Prof. Sergio Cerutti del Politecnico di Milano Dipartimento di Bioingegneria e il Prof. Massimo Pagani dell'Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Dipartimento di Fisiopatologia presso LITA Ospedale Luigi Sacco di Milano. Successivamente ho dovuto fare la selezione del materiale e quindi pubblicarlo on-