Skip to content

Un protocollo ARQ adattativo per reti WirelessMAN mobili – IEEE 802.16e

Informazioni tesi

  Autore: Domenico Mazzotta
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Lecce
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Informatica
  Relatore: Mario De Blasi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 159

L’obiettivo del presente lavoro di tesi è quello di definire un meccanismo atto a migliorare le prestazioni del protocollo TCP su reti Wireless MAN supportanti la mobilità, conformi allo standard IEEE 802.16e. Per conseguire l’obiettivo preposto si è scelto un approccio di tipo Data-Link al fine di poter lasciare inalterato il protocollo di trasporto end-to-end (TCP Reno).
Lo scenario del presente lavoro di tesi prevede la presenza di autobus cittadini (Mobile Subscriber Station, MSS) che viaggiano all’interno di un centro urbano e che possono scambiare informazioni con delle stazioni fisse (Base Station, BS) poste in vari punti del centro urbano stesso (architettura a celle). All’interno di ciascun autobus è ospitata una rete wireless locale. Ogni WMAN è gestita a livello Data-Link in base alle specifiche dello standard IEEE 802.16e, mentre ogni WLAN è caratterizzata da un Data-Link basato su IEEE 802.11.
Per valutare le prestazioni del protocollo TCP si è considerato un traffico dati di tipo FTP. Inoltre al fine dell’analisi delle prestazioni, si è supposto che il delay e il congestion rate del tratto Internet sia nullo. In queste ipotesi, si è focalizzata l’attenzione al link wireless BS-MSS, in cui un server FTP, sulla BS, invia dati a un singolo client FTP rappresentato dalla stessa MSS.
Lo studio condotto durante lo svolgimento della tesi è stato articolato nelle seguenti fasi:
• Studio delle problematiche legate all’uso del protocollo TCP in uno scenario di rete che prevede l’utilizzo di link wireless mobili e analisi delle principali soluzioni presenti in letteratura;
• Studio del livello Data-Link definito dallo standard IEEE 802.16 e analisi accurata degli schemi ARQ previsti dallo standard IEEE 802.16;
• Definizione di un nuovo protocollo ARQ adattativo per reti Wireless MAN mobili che ben si adatti alle caratteristiche correnti del canale fisico. Il protocollo definito non modifica in nessun modo le specifiche imposte dallo standard, ma combina, in maniera adattativa, gli schemi proposti dallo standard e introduce dei meccanismi che consentono di rilevare e recuperare, con tempestività, le perdite dei dati.
• Implementazione nell’ambiente di simulazione Network Simulator versione 2 (NS2) dello schema definito. In questa fase sono state effettuate diverse campagne di simulazioni atte a misurare le prestazioni del TCP, sia sui singoli schemi ARQ forniti dallo standard, che sul protocollo definito. In particolare, le simulazioni sono state effettuate considerando il traffico FTP e valutando il goodput normalizzato come indice di performance;
• Analisi dei risultati ottenuti e confronto delle prestazioni del TCP, in termini di goodput normalizzato, rispetto agli schemi ARQ considerati.

STRUTTURA DEI CAPITOLI
La presente tesi è strutturata in cinque capitoli e un’appendice.
Il primo capitolo, dopo una breve descrizione delle caratteristiche dei link wireless e dei disturbi dovuti alla mobilità delle stazioni che lo utilizzano, analizza le problematiche del protocollo TCP su tali collegamenti. In fine sono descritti i principali schemi proposti in letteratura atti a migliorare le prestazioni del TCP.
Il secondo capitolo analizza in maniera dettagliata e rigorosa, il meccanismo di error recovery definito dal nuovo standard IEEE 802.16-2004. In questo capitolo si descrivono i quattro schemi ARQ forniti dallo standard e i meccanismi di reset di connessione, richiamati nei casi di perdita di sincronismo tra sender e receiver. Il capitolo termina con una serie di “open point” a cui lo standard non fornisce dettagli.
Nel terzo capitolo sono forniti tutti i dettagli del protocollo ARQ definito, analizzando e giustificando meticolosamente tutte le scelte effettuate sui singoli open point. Inoltre analizza il completo funzionamento del protocollo, studiando il comportamento dello stesso in alcuni scenari significativi.
Il quarto capitolo è dedicato al modello di simulazione implementato in NS2 utilizzato per la fase di validazione della soluzione definita.
Nel quinto capitolo sono presentati e commentati i risultati prodotti dalle simulazioni. Inoltre, il capitolo, descrive ciò che potrebbe rappresentare il naturale proseguo del presente lavoro di tesi .
L’appendice A, dopo una breve panoramica dell’evoluzioni dello standard IEEE 802.16, descrive le caratteristiche dello standard soffermandosi principalmente sugli argomenti direttamente correlati con il lavoro di tesi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Introduzione In questi ultimi anni siamo stati testimoni di un importante progresso tecnologico che ha portato alla nascita di Internet, la rete di trasmissione dati Globale. Internet ha segnato il passaggio dalla società industriale alla società dell’informazione, ossia ad un tipo di società in cui l’informazione rappresenta un nuovo bene economico. Attraverso Internet, ogni giorno, milioni di utenti comunicano, si scambiano informazioni di vario tipo, lavorano, imparano, si conoscono: collaborano nella costruzione di quel patrimonio di informazioni dalle dimensioni inimmaginabili. Il World Wide Web è, senza ombra di dubbio, la principale applicazione che ha permesso la rapida espansione della rete Internet, sia in ambito residenziale che aziendale. Oggigiorno Internet è in grado di offrire ai suoi numerosi utenti una vastità di servizi come l’e-commerce, il trading on-line, l’accesso alle banche dati, strumenti indispensabili su cui l’intera economia mondiale si basa. Attualmente, uno dei principali interessi nel campo dell’Information Technology è la convergenza tra Internet e le tecnologie di comunicazione wireless. Questa integrazione di reti wired e reti wireless nasce dall’esigenza di 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

affidabilità
arq
error recovery
ieee 802.16
mac
tcp
wifi
wimax
wireless
wireless man

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi