Skip to content

Tecniche di Mappatura dei Business Process. Caso applicativo svolto presso la Seieffe s.r.l.

Informazioni tesi

  Autore: Domenico Buglione
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria gestionale
  Relatore: Liberatina Carmela Santillo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 207

Nonostante visioni differenti del modo di concepire la qualità da parte delle due più importanti culture economico-organizzative mondiali, gli USA e il Giappone, negli anni è nata l’esigenza di tracciare linee guida comuni destinate a stabilire i requisiti fondamentali ai quali le imprese devono attenersi al fine di fornire prodotti o servizi conformi.
Il bisogno di definire concretamente la “Quality Assurance” è alla base del lavoro dell’ISO (International Organization for Standardization), Federazione mondiale di Enti nazionali di standardizzazione, nata con lo scopo di facilitare lo scambio internazionale di beni e servizi e sviluppare la cooperazione nelle attività intellettuali, scientifiche, tecniche ed economiche.
In alcune norme realizzate dall’ISO, in particolare nella famiglia delle ISO 9000, si fa riferimento al Sistema di Gestione della Qualità (SGQ). Il SGQ prevede il miglioramento continuo di tutte le attività e di tutti i processi gestionali, intendendo per miglioramento continuo, la capacità di raggiungere e sostenere nel tempo gli obiettivi di qualità prefissati in una nuova logica di orientamento al cliente, visto nel duplice ruolo di generatore di requisiti di qualità e di percettore della qualità erogata.
Il concetto di processo, definito come insieme di unità sequenziali o parallele, attivate da un certo gruppo di input che consente di riprodurre un determinato risultato, è legato alla visione economica-gestionale di catena del valore, teoria che ha trovato in Porter il suo realizzatore e maggior promotore; il modello della Catena del Valore disaggrega l'impresa nelle sue attività principali, allo scopo di comprendere se e in quale misura esse concorrono a determinare vantaggi competitivi.
Un approccio per processi prevede l'integrazione di tutte quelle attività che concorrono all'ottenimento dello stesso output, indipendentemente dalla funzione aziendale a cui appartengono; vale a dire considera il singolo processo end-to-end, ossia il processo è analizzato lungo tutta la catena di fornitura.
In particolare, l'approccio pone l’attenzione sui processi primari, per i quali prevede: l’identificazione, la definizione formale ed operativa, la realizzazione di una visualizzazione grafica, che permetta di avere una fotografia dei processi aziendali (Mappatura dei Business Process) e la formalizzazione delle regole finora trasmesse solo a voce, con la realizzazione dei Manuali della Qualità e delle Procedure.
Con il termine Business Modeling s'intende la metodologia utilizzata per l’identificazione, la mappatura e la simulazione dei business process e delle strategie aziendali, grazie alla quale è possibile visualizzare gli attori, le attività svolte, le loro relazioni, le responsabilità, contestualmente ad un determinato livello di approfondimento. Con la mappatura è possibile avere una cognizione della situazione attuale dei processi dell'organizzazione al giusto livello di dettaglio, la cui formalizzazione permetterà di individuare quelli rilevanti nella realizzazione del prodotto/servizio sui quali saranno incentrate le risorse aziendali, e permetterà l’avvio di una eventuale reingegnerizzazione dei processi.
Un approccio di tipo processivo comporta cambiamenti che possono condizionare diversi aspetti: struttura organizzativa, risorse umane, struttura informatica, etc; e proprio per quanto riguarda i sistemi informativi aziendali, la soluzione più idonea ad un approccio di tipo processivo risulta essere costituita dagli ERP o Sistemi Integrati di Gestione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Negli ultimi decenni si è verificata un’intensa prolificazione di modelli finalizzati alla gestione della qualità, che ha evidenziato maggiormente le diversità tra le due più importanti culture economico-organizzative mondiali, gli USA e il Giappone. I primi detengono l’egemonia economica mondiale con una visione di stampo razionalista, mentre i secondi hanno adottato un approccio basato sulle nuove tecnologie, sull’automazione, sull’informatica, sulla telematica, ma soprattutto sulla flessibilità in risposta alla variabilità della domanda, strategia risultata vincente nel corso della sfida verso l’America. Nonostante visioni così diverse del modo di concepire la qualità, negli anni è nata l’esigenza, dovuta in particolare ad alcuni fattori scatenanti, di tracciare linee guida comuni destinate a stabilire i requisiti fondamentali ai quali le imprese devono attenersi al fine di fornire prodotti o servizi conformi. Tra questi, il processo di globalizzazione, che ha aumentato in maniera esponenziale gli scambi internazionali tra le aziende, mettendo a contatto realtà tra loro differenti sia sul piano strettamente organizzativo-produttivo, sia sul piano culturale. L’abbattimento di barriere fisiche e legislative ha permesso, inoltre, a molte aziende di entrare in mercati irraggiungibili fino a qualche anno prima: si pensi per esempio ad un’organizzazione che per entrare nei singoli mercati nazionali, era costretta di volta in volta a modificare le specifiche progettuali dei propri prodotti/servizi per attenersi alle normative e agli standard fisici e tecnici del mercato di destinazione. Il bisogno di definire concretamente la “Quality Assurance” è alla base del lavoro dell’ISO (International Organization for Standardization), federazione mondiale di enti nazionali di standardizzazione nata con lo scopo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

approccio per processi
business modeling
catena del valore
erp
iso9000
mappatura
processo
qualità
reportistica
sap r-3
sgq
sistema di gestione della qualità
sistemi informativi aziendali
sistemi integrati di gestione
standardizzazione dei layout

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi