Skip to content

Podcasting : la nuova frontiera della radiofonia

Informazioni tesi

  Autore: Giuliana Bettarini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Radiofonia e Linguaggi dello spettacolo e del multimediale
  Relatore: Marta Perrotta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 152

La mia ricerca analizza un nuovo fenomeno che sta coinvolgendo il settore mediale della radiofonia: il Podcasting.
Questo termine nasce dall’ibridazione di due nomi: Broadcasting (trasmissione) e iPod (il famoso lettore Mp3 della Apple). Letteralmente dunque sta a significare “trasmissione per l’iPod”, ma è una definizione piuttosto impropria dato che del podcasting si può usufruire anche se non si ha un lettore di musica digitale portatile (infatti i podcasts – i contenuti audio/video – possono essere scaricati ed ascoltati sul Personal Computer o sul telefono cellulare). Il mio lavoro si suddivide in cinque sezioni: nella prima sezione ho voluto analizzare quei fenomeni multimediali che hanno permesso la nascita del podacsting e cioè Internet, i weblog e le web radio; la seconda sezione, invece, riguarda nello specifico la definizione al termine podcasting, la sua nascita e come, a livello tecnico, gli utenti possono utilizzare questa tecnologia; la terza sezione esula dal discorso podcasting, nel senso che va ad illustrare quali rapporti intercorrono tra l’utente e la musica, tra il mondo guardato e vissuto con le cuffiette di un lettore musicale nelle orecchie e quello invece sperimentato senza il supporto musicale.
Nella seconda parte del mio lavoro ho voluto analizzare il podcasting radiofonico, ovvero come questo fenomeno apra le porte ad un nuovo modo di concepire e fare la radio, incentrando il mio studio sulle radio nazionali italiane che offrono la possibilità agli ascoltatori di usufruire dei loro podcasts (quinta sezione); prima di questo però ho cercato di tracciare una definizione alle radio nazionali: quali sono, e quando sono nate (quarta sezione).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Questo lavoro intende indagare un nuovo fenomeno che sta rivoluzionando il settore della radiofonia: il Podcasting. Questa nuova tecnologia prende il nome dalla fusione di due termini: iPod e Broadcasting. L’iPod è il famosissimo lettore di musica digitale portatile creato dalla compagnia di computer Apple; mentre il broadcasting è la diffusione di contenuti audio/video attraverso l’etere e riguarda principalmente i mezzi di comunicazione della radio e della televisione. Letteralmente, dunque, “podcasting” sta a significare “trasmissione per l’iPod”. In realtà, questa affermazione è piuttosto impropria dal momento in cui i podcasts (ossia i contenuti audio e video scaricabili dalla rete internet) possono essere usufruiti non soltanto sull’iPod ma anche su un personal computer o sul telefono cellulare. Quest’affermazione fu accettata di buon grado (e lo è tuttora) perché, nel momento in cui il fenomeno iniziò ad affacciarsi all’orizzonte, il successo nel mercato del lettore audio della Apple era molto forte. Per questo fu scelto il termine iPod per coniare il nome podcasting. In questa ricerca lo scopo principale risiede nell’illustrare come la radiofonia nazionale italiana si è adattata o ha accettato questo nuovo fenomeno, che rischia di minare ancora una volta l’equilibrio del settore radiofonico, messo a dura prova negli anni precedenti dalla guerra, dalla televisione e dalle radio private. Uno studio condotto da Virginia Massarelli (Università di Siena) e Marta Perrotta (Università IULM di Milano) 1 e di prossima pubblicazione, 1 Virginia Massarelli , Marta Perrotta, “Podcasting. A chance for listeners, a challenge for broadcasters”, in Golo Foellmer, Sven Thiermann (a cura di), Relating Radio. Communities. Aesthetics. Access, Lipsia, Spector, 2006 .

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aggregatori
ascolto radio
feed rss
ipod
mp3
podcast
podcasting
pubblicità radio
radio
radio deejay
radio italiane
web radio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi