Skip to content

Comunicazioni basate sull'utilizzo peer-to-peer del protocollo SIP

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Peraldo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Politecnico di Torino
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Informatica
  Relatore: Mario Baldi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 77

Termini come Voice-over-IP e Peer-to-Peer fanno parte ormai del linguaggio quotidiano di chiunque abbia a che fare con un PC. I modi e i mezzi della comunicazione si stanno evolvendo in maniera sempre più rapida e con la stessa rapidità crescono le aspettative e le esigenze di chi utilizza tali strumenti di comunicazione. Tutto questo dinamismo ha portato alla ricerca di soluzioni nuove ed innovative, che permettano di rendere sempre più agevole lo scambio e la condivisione di informazioni.
Comunicazione, oggi, vuole dire sempre più spesso comunicazione digitale e fiore all’occhiello delle ricerche in questo campo è un progetto che tenta di coniugare la versatilità e la interoperabilità del più uso protocollo per comunicazioni in tempo reale, SIP, con i vantaggi che comporta l’utilizzo di reti Peer-to-Peer. Cuore della mia tesi è appunto lo studio e l’analisi di questi due mondi, quello di SIP e quello del Peer-to-Peer, e di come si possano incontrare e combinare tra di loro. L’organismo che per primo ha creduto a questo matrimonio e che sta guidando la ricerca in questo campo è IEFT; il nome che è stato dato a questo progetto è P2PSIP.
Attorno a P2PSIP ` nata una vivace comunit` che sta portando avanti lo sviluppo di questo che vuole diventare uno standard; anche Telecom Italia, l’azienda che mi ha ospitato durante la mia tesi, è impegnata in attivit` mirate a questo scopo, in particolare attraverso un progetto, SIPDHT, che si propone come implementazione pre-standard di P2PSIP.
Sin da subito, quindi, accanto all’attività di studio della documentazione esistente e delle tematiche che di volta in volta venivano proposte nella mailing list del gruppo di lavoro di IETF, buona parte del mio lavoro è stata dedicata alla realizzazione pratica di un sistema di comunicazione basato su P2PSIP.

Il contributo di questa tesi è da un lato quello di fornire una documentazione il più possibile completa e dettagliata su P2PSIP e dall’altro quello di esaminare e cercare di risolvere in concreto una problematica specifica.
Coloro che vorranno approcciarsi a questa nuova realtà potranno trovare in questa tesi un’introduzione a P2PSIP e un’analisi accurata sulle sue criticità e sulle possibili soluzioni.
SIPDHT vuole proporre una soluzione ad uno dei principali problemi di Chord, quello delle prestazioni della cosidetta “procedura di stabilizzazione” dell’algoritmo. All’interno del progetto SIPDHT, il mio intervento è stato prima quello di implementare la nuova soluzione e di verificarne validità e prestazioni e, in secondo tempo, di proporre e realizzare dei miglioramenti significativi all’algoritmo stesso.
Grazie anche alle innovazioni da me introdotte, SIPDHT si candida a giocare un ruolo determinante nell’attività di standardizzazione di P2PSIP, introducendo un nuovo algoritmo che ne risolve la criticità maggiore.
Questa tesi può essere vista come un viaggio che parte da SIP, focalizzandosi sui suoi limiti, e che prosegue passando per le reti Peer-to-Peer per arrivare a P2PSIP e alle problematiche che
presenta. Il percorso termina con un’ampia panoramica su SIPDHT e sul lavoro svolto in Telecom Italia.
Tutto questo con l’augurio e la speranza che P2PSIP possa diventare “the next big thing” e possa davvero contribuire a migliorare ed arricchire il nostro modo di comunicare.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 4 I limiti di SIP Il grande numero di documenti riguardanti SIP e la quantita` di applicazioni che lo implementano sono indice della popolarita` di questo protocollo. SIP permette di mettere in comunicazione due utenti ovunque essi si trovino e di negoziare il tipo e le caratteristiche della comunicazione. Per fare questo, tuttavia, le architetture realmente esistenti basate su SIP si rivelano essere fortemente accentratrici: i terminali utente delegano la maggior parte dei compiti a strutture centralizzate. La presenza di elementi centralizzati, se da un lato consente di limitare l’intelligenza ai bordi della rete, dall’altro lato introduce la necessita` di configurare e mantenere questi stessi elementi [6] [7]. 4.1 SIP in presenza di connettivita` limitata Le strutture centralizzate in cui viene utilizzato SIP prevedono la presenza di nodi sempre raggiun- gibili, configurati in modo da fornire determinati servizi. Tuttavia esistono una serie di scenari in cui la presenza di tali nodi non puo` essere garantita e si rivela spesso problematica. Si tratta di reti isolate o reti dove la connettivita` Internet e` saltuaria o di limitata capacita`, reti create appostimente per eventi, nelle quali non si ritiene conveniente inserire elementi che necessitino di configurazione. 4.1.1 Reti ad-hoc Le reti ad-hoc sono reti create solitamente per periodi di tempo limitato, il nome stesso sottolinea la natura effimera. Queste reti posso essere o meno connesse ad Internet e le applicazioni da utilizzare su questo tipo di reti, proprio per la limitazione temporale ad esse associate, dovrebbero richiedere il minimo di configurazione possibile o al limite nessuna configurazione. Nelle condizioni illustrate in precedenza risulterebbe poco conveniente l’utilizzo di SIP, in quanto sarebbe necessaria la presenza di almeno un nodo che svolga la funzione di proxy. Tuttavia nelle reti effimere nessun nodo puo` considerarsi sempre connesso e in ogni caso un proxy richiederebbe una configurazione, operazione spesso complessa e dispendiosa in termini di tempo. 13

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

chord
dht
filesharing
ims
kademlia
p2p
p2psip
peer-to-peer
real time
reti
rtc
sip
skype
telecom
tlc
torrent
voip

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi