Skip to content

Cnn - Far notizia nel mercato globale

Informazioni tesi

  Autore: Michela Di Carlo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Alberto Abruzzese
Coautore: Don M. Flournoy & Robert K. Stewart
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 190

La centralità, incidenza e diffusione dell’informazione “made in Usa” nel mondo hanno oggi un nuovo volto, quello della CNN; un network innovativo e al tempo stesso alternativo perché americano di mezzi e di origine ma non di bandiera. Trasmettendo informazione dal vivo 24 ore al giorno e infrangendo ogni cliché del giornalismo televisivo, la CNN è diventata oggi la fonte dove reperire le informazioni più attendibili del mondo.
E’ stato in particolar modo l’intervento della rete televisiva americana nelle vicende della Guerra del Golfo a segnare una svolta decisiva nel modo di fare informazione e a lanciare definitivamente in tutto il mondo il network di Atlanta. L’eccezionalità della strategia della CNN, soprattutto in quella determinata occasione, è stata in un certo senso proprio quella di porgersi, nei confronti del conflitto, trasversalmente, come una delle tante agenzie di mediazione internazionale che operano sul territorio, in grado di godere sia della fiducia del proprio paese, sia di quella del paese nemico ospite. La copertura “a tutto campo” della vicenda fece parlare all’epoca addirittura di un “fattore CNN” (talvolta anche definito “effetto CNN”), in quanto il network sembrava dar forma esso stesso alle notizie in virtù di un’aggressiva copertura televisiva dal vivo.
Ted Turner cominciò la sua scalata all’Olimpo dei media nel 1980 quando all’epoca solo il 20% delle case americane erano in grado di ricevere la TV via cavo. L’avvento delle tecnologie satellitari, la crescita dell’economia globale, abbinata alla programmazione di notizie pronta e immediata della CNN, fecero sì che per Turner la distribuzione internazionale dell’emittente divenisse un obiettivo di mercato ovvio e naturale. Innovazioni continue, come dare la parola a giornalisti con l’accento straniero, trasmettere direttamente da luoghi lontani e irradiare in altre lingue (soprattutto in spagnolo) i programmi della CNN in altre parti del mondo, hanno successivamente contribuito nel tempo a consolidare il successo della rete.

IL TARGET
Il pubblico a cui l’emittente si rivolge è rappresentato principalmente da telespettatori che si trovano in cima alla scala economica, che seguono la CNN da un albergo all'altro, durante i viaggi di lavoro. Il target è costituito principalmente da professionisti, da chi lavora per ambasciate, organizzazioni non governative (NGO), e società commerciali; persone culturalmente elevate che parlano inglese e sono estremamente interessate alle questioni internazionali.
IL PROGRAMMA WORLD REPORT
Il fiore all’occhiello del network è senza dubbio il programma World Report che manda in onda servizi con storie curate da collaboratori di più di 80 paesi del mondo, senza editing e censura, e che permette a diverse emittenti di avere un foro mondiale dove raccontare quello che accade dalle loro parti, secondo il loro punto di vista.
Le emittenti che partecipano al programma hanno così modo di dare alle loro storie risonanza mondiale perché la CNN e la CNN International hanno un bacino di utenza pari a circa 170 milioni di telespettatori paganti. Come controparte per aver presentato i loro servizi, i collaboratori hanno la possibilità di ritrasmettere, gratuitamente senza alcun limite, materiale trasmesso dalla CNN in World Report.
Per i dirigenti della CNN, il programma rappresenta un’ottima occasione per internazionalizzazione i propri prodotti, allacciare rapporti e guadagnare accesso in ogni regione del mondo. World Report ha dato alla compagnia di Turner la possibilità di far accordi con le emittenti dei numerosi paesi che ricevono il suo segnale, dando loro in cambio la possibilità di far vedere i loro servizi al resto del pianeta.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Secondo un documento dell’UNESCO il 75 per cento delle notizie nasce negli Usa anche se esse riguardano il resto del mondo. Non solo, ma addirittura una notizia non si ritiene tale se gli stessi media statunitensi non ne hanno dato risalto. Soltanto il passaggio attraverso le grandi agenzie americane trasforma un evento locale in evento internazionale. La centralità, incidenza e diffusione dell’informazione “made in Usa” nel mondo hanno oggi un nuovo volto, quello della CNN; un network innovativo e al tempo stesso alternativo perché americano di mezzi e di origine ma non di bandiera. Per la prima volta, una grande organizzazione giornalistica ha mostrato infatti di privilegiare la sua funzione d’impresa (presenza in tutto il mondo e informazione da tutto il mondo) sulla sua identificazione nazionale. Trasmettendo informazione dal vivo 24 ore al giorno e infrangendo ogni cliché del giornalismo televisivo, la CNN è diventata la fonte dove reperire le informazioni più attendibili del mondo, la sola che permetta a persone di diversa condizione ed estrazione sociale di condividere le proprie esperienze. E’ stato in particolar modo l’intervento della rete televisiva americana nelle vicende della Guerra del Golfo a segnare una svolta decisiva nel modo di fare informazione e a lanciare definitivamente in tutto il mondo il network di Atlanta. Il successo della CNN era stato reso possibile in quell’occasione soprattutto in virtù di un’aggressiva copertura televisiva dal vivo degli eventi, cosa che nessuna altra emittente di livello internazionale era stata capace di realizzare. La decisione di far rimanere a Baghdad, territorio nemico attaccato dalla coalizione delle Nazioni Unite e dunque dagli Usa, un giornalista, Peter Arnett, americano di nazionalità, ma identificato all’occorrenza soprattutto come punto di riferimento della rete televisiva in Iraq, ha poi decisamente cambiato le carte in tavola nel modo di far notizia e di rapportarsi agli eventi. Con quel gesto il network di Ted Turner ha voluto dissociarsi dalla bandiera nazionale per alzarne una propria ad indicare, per la prima volta, l’esistenza di un territorio delle informazioni “non nazionale”. La parola “internazionale” è venuta così in un certo senso ad essere ridefinita nel significato non più e non solo di estensione, fuori dei propri confini, degli interessi di un paese, ma anche di una dislocazione che possa definirsi neutra, segnata dalla funzione esclusivamente professionale. L’eccezionalità della strategia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi