Skip to content

Mappa della trasparenza europea. Analisi, comparazione di casi e proposte

Informazioni tesi

MASTER DI I LIVELLO IN COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI
  Autore: Pierina Petruzzi
  Tipo: Tesi di Master
Master in
Anno: 2006
Docente/Relatore: Massimiliana Baumann
Istituito da: Università degli Studi di Siena
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 148

Con quali strumenti è possibile misurare la trasparenza degli Stati membri dell’UE? La tesi si inserisce nel dibattito sul progetto europeo e propone un indice statistico per tracciare la mappa della trasparenza in Europa.

L’influenza che l’attività dell’Unione europea ha nella vita quotidiana dei cittadini è enorme, ma si registra un crescente problema di connessione con l’opinione pubblica, come hanno dimostrato la scarsa partecipazione alle elezioni europee nel 2004, i no ai referendum sulla Costituzione in Francia e Olanda del 2005, i sondaggi sull’opinione Eurobarometro e numerosi studi e ricerche condotti a livello nazionale.
La tesi aspira ad approfondire il tema della trasparenza, scegliere strumenti di misura adeguati e tracciare una mappa della trasparenza in Europa. Nella prima parte, l’analisi dell’opinione pubblica ha l’intento di confermare la necessità dell’Unione europea di rendere visibile il proprio operato e di garantire un alto grado di trasparenza e di controllo da parte dei cittadini. Fa seguito la trattazione dell’importante principio giuridico della trasparenza e delle sue applicazioni e implicazioni (ad esempio, la gestione dei fondi comunitari): dalla legislazione comunitaria sull’accesso, fino all’iniziativa europea per la trasparenza del Commissario Kallas.
Non c’è trasparenza senza accesso alle informazioni e ai documenti, la seconda parte è quindi dedicata all’analisi e comparazione delle legislazioni nazionali sull’accesso negli Stati membri. E’ infatti opinione comune che i rapporti tra gli Stati e i cittadini possano avvenire solo in un contesto in cui la trasparenza delle istituzioni sia salvaguardata.
La terza parte individua ed esamina l’indice della libertà di stampa dell’organizzazione “Reporters sans frontières” e il progetto anglo-danese farmsubsidy, che persegue l’obiettivo di raccogliere i dati sui pagamenti e i beneficiari della politica agricola europea e di renderli disponibili e accessibili ai cittadini attraverso il sito Internet.
La ricerca e l’analisi dei tre strumenti ha permesso di creare un indicatore statistico che, applicato ad ogni paese, misura il grado di apertura e trasparenza. Il risultato dell’esperimento è la mappa della trasparenza europea, una mappa dell’Europa caratterizzata da diversi raggruppamenti di Stati.
In chiusura il lavoro propone alcuni suggerimenti e riflessioni. Alcuni problemi legati alla trasparenza sono il risultato di un sistema burocratico di governo che per cambiare necessita anche di condivisione e partecipazione da parte degli Stati. Senza trasparenza la democrazia non funziona. Ma gli Stati membri sono realmente pronti a pagare il prezzo della democrazia e a cambiare il loro atteggiamento, a volte passivo altre ostile, nei confronti della trasparenza sulle questioni europee? La sfida è enorme. Il concetto di “sfera pubblica europea”, inteso come uno spazio di dibattito tra i cittadini e di interazioni con le istituzioni sulle questioni più importanti, è fondamentale perché su di esso si costruisce la società civile.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Mappa della trasparenza europea, tesi di master di Pierina Petruzzi 3 Introduzione L’influenza che l’attività dell’Unione europea ha nella vita quotidiana dei cittadini è enorme, ma si registra un crescente problema di connessione con l’opinione pubblica, come hanno dimostrato la scarsa partecipazione alle elezioni europee nel 2004, i no ai referendum sulla Costituzione in Francia e Olanda del 2005, i sondaggi sull’opinione Eurobarometro e numerosi studi e ricerche condotti a livello nazionale. Il progetto europeo, condotto sul piano storico da élite politiche ed economiche, appare sempre meno sostenuto dal grande pubblico che perde fiducia nell’Unione europea. L’ascolto dei cittadini e la trasparenza sono da più parti sostenuti come rimedi strategici per colmare il deficit di fiducia. Le esigenze di trasparenza richiedono lo sviluppo di una nuova cultura in alcuni Stati membri. Altri paesi sono tradizionalmente attenti ai cittadini e la loro presenza nell’Unione contribuisce a promuovere il principio della trasparenza su tutto il territorio europeo. La tesi aspira ad approfondire il tema della trasparenza, scegliere strumenti di misura adeguati e tracciare una mappa della trasparenza in Europa. Nella prima parte, l’analisi dell’opinione pubblica ha l’intento di confermare la necessità dell’Unione europea di rendere visibile il proprio operato e di garantire un alto grado di trasparenza e di controllo da parte dei cittadini. Fa seguito la trattazione dell’importante principio giuridico della trasparenza e delle sue

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

accesso ai documenti
beneficiari fondi strutturali
commissione europea
europa
farmsubsidy
fondi strutturali
iniziativa europea trasparenza
legislazione stati membri
libertà di stampa
lobbying
mediatore europeo
opinione pubblica
pac
parlamento europeo
piano d
politica di coesione
reporters sans frontières
trasparenza
trattati ue
unione europea

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi