Il Parlamento: una comparazione tra il sistema statunitense e l'Unione Europea

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Gianluca Romeo Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2247 click dal 30/03/2007.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L’ Unione Europea è stata esaminata a lungo come un caso di cooperazione internazionale fra attori in una particolare regione del mondo, l’Europa Occidentale, venendo ad essere analizzata come un sistema politico in senso proprio; intendendo, per assetto politico, un assetto istituzionale regolativo capace di allocare autoritativamente determinati valori all’ interno di una data comunità di individui. La UE non è divenuta una compiuta entità statale per determinati elementi. Innanzitutto essa non nasce da un centro , la sua espansione non è stata sostenuta da un apparato amministrativo, il fattore militare non ha giocato un ruolo nel suo consolidamento istituzionale. Siamo dunque di fronte a un sistema politico senza precedenti, ad un’esperienza politica e istituzionale eccezionale?E’ poco plausibile sostenerlo, come è poco plausibile farlo nel caso americano.Il mio intento,nello svolgere questa tesi, sarà quello di portare alla luce proprio quelle differenze e quelle similitudini che caratterizzano i due organi rappresentativi del popolo delle due grandi Unioni: da un lato il Parlamento europeo e dall’altro il Congresso americano.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa L’ Unione Europea è stata esaminata a lungo come un caso di cooperazione internazionale fra attori in una particolare regione del mondo, l’Europa Occidentale, venendo ad essere analizzata come un sistema politico in senso proprio; intendendo, per assetto politico, un assetto istituzionale regolativo capace di allocare autoritativamente determinati valori all’ interno di una data comunità di individui. La UE non è divenuta una compiuta entità statale per determinati elementi. Innanzitutto essa non nasce da un centro , la sua espansione non è stata sostenuta da un apparato amministrativo, il fattore militare non ha giocato un ruolo nel suo consolidamento istituzionale. Siamo dunque di fronte a un sistema politico senza precedenti, ad un’esperienza politica e istituzionale eccezionale? Naturalmente, ogni paese ha elaborato, in una fase o nell’ altra del suo sviluppo, una “teoria” di sé come eccezionale: anche se è avvenuto, soprattutto negli Stati Uniti, che la teoria dell’eccezionalismo ha acquistato le caratteristiche di una vera e propria ideologia nazionale. 3