Skip to content

Le strategie di marketing nel commercio equo-solidale - I casi Esselunga e Coop

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Marani
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace
  Relatore: Daniele Fornari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 139

In questo testo verrà di presentato il commercio equo-solidale nei suoi vari aspetti, con particolare attenzione al suo sviluppo all’interno della distribuzione specializzata prima ed all’interno della Grande Distribuzione poi, illustrando le strategie di marketing ricavate grazie a ricerche, rilevazioni ed interviste.

In particolare, nel primo capitolo sarà descritto il commercio equo-solidale nelle sue linee generali, nella sua evoluzione storica, nei suoi obiettivi, principi e significati, illustrando in ultima istanza i principali organismi che lo compongono.
Nella seconda parte verrà analizzato il mercato equo-solidale nei paesi europei, descrivendo prima la situazione generale e poi quella esistente in Italia, nel Regno Unito, ed in Olanda. Saranno presi in considerazione, per questa analisi, i numeri del commercio alternativo, gli organismi che lo gestiscono, i marchi di garanzia che operano nei vari paesi, le quote di mercato detenute dai prodotti, gli importatori e i produttori.
Nel terzo capitolo sarà studiata la filiera del commercio equo, partendo dai produttori e dagli esportatori del Sud del mondo per arrivare agli importatori, ai marchi di garanzia, ai prodotti, al prezzo, ai consumatori ed ai distributori.
Nel quarto, che costituisce il cuore della relazione, ci si concentrerà sulla distribuzione del commercio equo-solidale. Verranno analizzate, da un lato, le Botteghe del Mondo (che rappresentano la distribuzione specializzata) e, dall’altro, la Grande Distribuzione (i supermercati) ed in particolare i casi Coop ed Esselunga; ne saranno studiati l’esordio (nel commercio equo), i prodotti messi a disposizione della clientela, il loro posizionamento sugli scaffali, il prezzo proposto ed il successo ottenuto.
Il lavoro termina con un confronto fra le strategie commerciali adottate, cercando di evidenziarne diversità e similitudini.
Si concluderà con un’analisi finale, nella quale si tenterà di delineare anche le prospettive per il futuro.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Il commercio è una delle attività più antiche e più importanti svolte dall’uomo. Purtroppo non sempre ha avuto, ed ha, una valenza unicamente positiva. Le multinazionali tendono a monopolizzare il mercato, mettendo fuori gioco i piccoli produttori dei paesi in via di sviluppo. Questi spesso, per far fronte alle spese, in molti casi dovute ad uragani, alluvioni o siccità, tendono a svendere i loro terreni per pagare i debiti e si ritrovano poi a lavorare a condizioni penose per le grandi aziende occidentali, spesso privi di qualsiasi assistenza sanitaria e scolastica per i propri figli. Tutto ciò non permette a queste famiglie un minimo di programmazione e di investimento per il futuro. La povertà e la miseria delle popolazioni del Sud del Mondo non sono, quindi, casuali, e nemmeno dovute ad incapacità o alla carenza di senso del lavoro. Sono le attuali regole del commercio mondiale che aggravano gli squilibri esistenti tra i due emisferi, anziché favorire un’equa distribuzione delle risorse. I paesi poveri continuano ad essere considerati, principalmente, fornitori di materie prime. Instabilità dei prezzi delle stesse materie prime, barriere commerciali e debito estero fanno il resto, contribuendo a bloccare le possibilità di miglioramento di quei popoli, ed in particolare di milioni e milioni di produttori e lavoratori che le condizioni economiche relegano nello sfruttamento e nell’emarginazione. In Africa, Asia ed America Latina però, i produttori si stanno organizzando, già da tempo, per cercare di sfuggire alle regole inique del sistema economico che ne causano la miseria e lo sfruttamento. Allo stesso modo, nel Nord del mondo, è da tempo utilizzata una rete di distribuzione e vendita di prodotti provenienti direttamente da organizzazioni di produttori del Sud, una rete di organismi, associazioni, di cooperative e di soggetti di vario genere senza fine di lucro che ha deciso di dare un nuovo senso al commercio. Si tratta di un commercio equo e solidale, che tratta i produttori del Sud in modo paritario, riconoscendoli come soggetti di una relazione commerciale e soprattutto restituendo loro il valore di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

commercio
commercio equo e solidale
commercio equo-solidale
equo
equo e solidale
equo solidale
marketing
marketing equo e solidale
marketing equo-solidale
solidale
strategie

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi