Skip to content

How the Learning of a Second Language Affects the First Language of an Individual: The Italian of Monolingual and Multilingual Speakers

Informazioni tesi

  Autore: Silvia Pareti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Anna Giacalone Ramat
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 63

Questa tesi è disponibile nelle seguenti traduzioni:

The aim of this work will be the analysis of the effects of the L2 on the L1 through the comparison of the first language of monolingual and multilingual speakers. We will proceed considering recent findings on the influence of the L2 on the L1, collected by Cook (2003), and concerning a wide spectrum of languages. For the purposes of this study, we will then focus our attention on native speakers of Italian, either monolingual or English L2 users.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
11. INTRODUCTORY REMARKS Monolinguals have always been regarded as the norm, the standard, the yardstick to employ in order to analyze every kind of deviation from this norm. In today's complex world, monolingual speakers cannot be considered the norm any longer, and they probably never were. We live in a multilingual world, exposed to several languages. It makes no difference whether we live in a bilingual community or we speak a dialect at home, we use another language for work or we just study a foreign language at school. The word Monolingual in its pure meaning is dying out. For our studies we will then consider bilingualism as a continuum and we will take into consideration the minimal or maximal exponents of it. The aim of this work will be the analysis of the effects of the L2 on the L1 through the comparison of the first language of monolingual and multilingual speakers. We will proceed considering recent findings on the influence of the L2 on the L1, collected by Cook (2003), and concerning a wide spectrum of languages. For the purposes of this study, we will then focus our attention on native speakers of Italian, either monolingual or English L2 users. Early studies 1 focused their attention on how the first language of a person plays a key role in the learning of a second language, in particular influencing the way this is learned and conceptualized in the learner’s mind, and determining the typology of mistakes he will make. Not many studies (Cook, 2003; Kecskes & Papp, 2000), and only recently, have on the contrary given the importance it deserves to the phenomenon also called ‘reverse influence’. Although the effect of L2 on L1 is a quite difficult phenomenon to observe, it informs us of the way the linguistic system of bilinguals works. The most obvious occurrence of the influence of a second language on the first one, and consequently the first to attract the attention of linguists, 1 Studies on the influence of the L1 on the L2 started in the 50s-60s, with works on Contrastive Analysis. According to Lado (1957:57), “individuals tend to transfer the forms and meanings, and the distribution of froms and meanings of their native language and culture to the foreign language and culture”. The effects were recognized as positive (facilitation) or negative (interference). The general idea is that both the L1 and general developmental processes shape the SLA (Second Language Acquisition).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

attrition
code-blending
code-mixing
l2
learning
linguistics
morphology
multilingual
phonetics
pragmatic
revers transfer
semantic
syntax
transfer
vivian cook
linguistic
first language
second language

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi