Skip to content

Knowledge Management System per il Web Semantico: studio di un'interfaccia per il Progetto X-Media in Fiat AUTO

Informazioni tesi

  Autore: Marco Cammarata
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Comunicazione nella società dell'informazione
  Relatore: Roberto Montanari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 216

Questo lavoro di tesi si pone l’obiettivo di mettere un po’ d’ordine per quanto riguarda la necessaria utilità dei KM System in un contesto aziendale, in particolare presentando il progetto X-Media al quale ho preso parte svolgendo il mio periodo di tesi presso il dipartimento Infomobility del CRF.

La tesi è organizzata in maniera verticale partendo dai concetti più generali fino a giungere al dettaglio di alcuni temi più specifici. Verrà quindi fornita dapprima una visione riguardante il web semantico, ovvero il contesto all’interno del quale sarà possibile utilizzare gli strumenti propri del KM, e dei nuovi linguaggi che lo costituiranno. Si potrà quindi successivamente parlare del progetto X-Media e dell’interfaccia che ho sviluppato come prototipo per uno degli scenari del progetto. Le competenze acquisite fino a qui permetteranno infine di analizzare nel dettaglio l’ontologia di dominio sviluppata dal CRF ed utilizzata nei singolo use case.

Nel Capitolo 2 viene data una panoramica sullo stato della R&S in Italia e viene contestualmente presentato il maggior investitore nella ricerca del nostro paese, ovvero il Gruppo FIAT. Uno dei maggiori centri di ricerca del Gruppo è il CRF, nel quale ho avuto la possibilità di seguire un ambizioso progetto europeo chiamato X-Media presso il dipartimento Infomobility.

Nel Capitolo 3 si parla dell’evoluzione del Web e dei concetti collegati alla semantica che sono prerequisiti necessari per comprendere i motivi che sottostanno allo sviluppo del progetto X-Media e ai vantaggi che ne conseguiranno per gli utilizzatori di un KM System semantico. Il Web semantico è infatti l’evoluzione più prossima del Web che utilizziamo oggi, ed in questo capitolo vengono affrontati dapprima i concetti di agente informatico e della necessità di procedere ad una separazione fra forma e contenuto delle informazioni. In seguito viene trattata la parte più tecnica dei linguaggi che saranno utilizzati nel web semantico, quali XML, RDF, RDFS e OWL nelle sue tre versioni, arricchendo il discorso con delle previsioni per un’applicazione più efficace di questi linguaggi.

Il Capitolo 4 è dedicato alla descrizione dettagliata dell’architettura e delle funzionalità di X-Media. Il progetto X-Media, finanziato dall’Unione Europea nel FP6, prevede un impegno di 4 anni dei 16 partner aderenti, fra i quali vi è il CRF con il ruolo di partner aziendale. L’obiettivo principale del progetto è quello di sviluppare nuovi ed efficienti paradigmi per l’estrazione, la condivisione ed il riuso della conoscenza che permettano agli utenti di ridefinire e adattare le informazioni alle loro specifiche necessità.

Nel Capitolo 5 viene presentata la metodologia centrata sull’utente che ha permesso di descrivere i requisiti sotto forma di scenari d’uso. Vengono quindi descritti i vantaggi derivanti dalla metodologia UCD e di come questa sia stata effettivamente utilizzata all’interno di X-Media. Il capitolo prosegue introducendo gli scenari d’uso proposti dal CRF all’interno del campo di studio riguardante il KM per il miglioramento prodotto. Dei quattro use case presentati, quello denominato Competitors Scenario Forecast - Paolo e Elena use case, è stato da me utilizzato per produrre la prima versione di un vision demonstator, ovvero di un prototipo dell’interfaccia utente sviluppata in XHTML. Di questo dimostratore viene fatta un’analisi dettagliata partendo da alcuni compiti principali svolti dai due utenti dello scenario, e mostrando tramite degli screenshots dell’interfaccia come questi task siano stati riportati nel dimostratore.

Infine nel Capitolo 6 viene data una panoramica della specifica ontologia di dominio sviluppata da FIAT Auto e utilizzata dal progetto. Dopo aver definito cosa intendiamo per ontologia, disambiguando il termine da altri come tassonomia e classificazione, e scendiamo più nel dettaglio analizzando la complessa infrastruttura ontologica di X-Media e le differenti tipologie di ontologia che la compongono, nonché gli strumenti informatici che servono per lo sviluppo e la manutenzione. Nella seconda parte del capitolo viene compiuto uno studio sulla struttura dell’ontologia di dominio e delle fonti dati utilizzate per la sua creazione.

Nel Capitolo 7 vengono tratte le conclusioni di questo lavoro di tesi, facendo particolare riferimento a quelle tematiche proprie dell’Interazione Uomo-Macchina che potrebbero essere utilizzate all’interno di X-Media per aumentare la qualità del progetto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
PREFAZIONE Prefazione La tesi che avete tra le mani − o davanti al monitor − in questo momento rappresenta per me molto più dell’ultimo capitolo dell’esperienza universitaria. In questi anni accademici ho infatti sempre pensato che il mio lavoro finale sarebbe stato, oltre che una sintesi di molto di quello che mi era stato insegnato, un testo di particolare interesse, certamente per l’autore ed possibilmente per il lettore. Questo spirito ha animato la scelta dell’argomento e lo svolgimento della mia tesi trien- nale “Nuove modalità di connessione wireless: lo sviluppo del Wi-Fi” discussa nell’A.A. 2004- 2005 con la Prof.ssa Ilaria Torre per il corso di laurea in Scienze della Comunicazione. Nell’introduzione difatti scrivevo: «La mia speranza è quella di aver creato un testo agile, compatto ma funzionale, che riesca a dare qualche risposta e aiuti a meglio formulare qualche domanda sull’impatto che questa tecnologia e le sue applicazioni avranno nella vita quotidiana. Il riuscire a comunicare ad un pubblico eterogeneo una tecnologia nuova e le sue applicazioni che avranno sempre più utilità nella vita quotidiana, ecco l’obiettivo principale del mio lavoro». Come certo ben sanno tanto il mio relatore Prof. Montanari quanto la Dott.ssa Giorda- nino, mia tutor aziendale presso il CRF, ho avuto diversi ripensamenti nell’accettare come tema della mia tesi finale X-Media, ovvero il progetto europeo per il quale mi sono impegnato durante i sette mesi di tirocinio passati al Centro Ricerche FIAT. Il timore era infatti quello di dover sviluppare un discorso intorno ad un argomento troppo specialistico e di limitato interesse per un lettore. Fatto ancora più importante, avevo paura di dover impostare ampie parti della tesi come “semplice” resoconto del lavoro svolto in CRF, e ciò andava contro i miei interessi, dovendo spendere tempo ed energie per cose che già sapevo. 1 | Pagina

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi