Skip to content

La progettazione parametrica come strumento di analisi: dai pattern algoritmici decorativi ai pattern “performanti”, esempi nei Beni Culturali

Informazioni tesi

  Autore: Mauro Fassino
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in DOTTORATO DI RICERCA IN BENI CULTURALI
Anno:
Docente/Relatore: Anna MAROTTA
Istituito da: Politecnico di Torino
Dipartimento:
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 307

Le argomentazioni della tesi si propongono di mostrare l’intima relazione tra pattern e modellazione parametrica, usando quest’ultima come strumento di analisi per il campo delle tassellazioni e sostenendo, contemporaneamente, come il futuro dei pattern, per quanto concerne la loro applicazione ed evoluzione, sia strettamente legato alla parametrizzazione.
Negli ultimi vent’anni il perfezionamento degli strumenti matematici ha permesso di analizzare le decorazioni storiche con una chiarezza e una consapevolezza critica senza precedenti. Questa mia ricerca intende pertanto sostenere che gli algoritmi utilizzati, anche quando non ricalcano i processi ideativi originariamente adottati dagli artigiani, dimostrano comunque un innegabile potere esplicativo; possiamo quindi impiegare le nuove capacità di comprensione come punto di partenza per i successivi sviluppi nel campo della decorazione.
Nei capitoli che seguono vengono, di volta in volta, descritte le differenti tipologie di tassellazioni geometriche, intervallate dalle loro letture critiche che si fondano sull’uso dei modelli parametrici. Partendo dal presupposto che nei pattern geometrici viene evidenziata una forte componente matematica, oltre che grafica, la tesi si prefigge quindi di dimostrare come lo strumento informatico, che unisce al suo interno le potenzialità del disegno e della geometria, possa diventare un mezzo prezioso per un ulteriore sviluppo nell’ambito delle tassellazioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione «An earliest preoccupation of man has been to find ways of partitioning infinite space into regions having a finite number of distinct shapes and yielding beautiful patterns called tiling. Archaeological edifices, everyday objects of use like baskets, carpets, textiles, etc. and many biological systems such as beehives, onion peels and spider webs also exhibit a variety of tiling». «Una delle prime preoccupazioni dell'uomo è stata la ricerca di modalità per suddividere lo spazio infinito in regioni con un numero finito di forme differenti, producendo splendidi pattern chiamati tassellature. Gli edifici archeologici, gli oggetti d’uso quotidiano quali ceste, tappeti, tessuti, ecc. e molti sistemi biologici come alveari, bucce di cipolla e ragnatele mostrano una varietà di tassellazioni». P. RAMACHANDRARAO, ARVIND SINHA, D. SANYAL, On the fractal nature of Penrose tiling, «Current Science», n. 3, vol. 79, 2000, p. 364. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un risveglio dell’interesse per i pattern decorativi. La ragione fondamentale che ha portato a una loro rapida riapparizione va ricercata nelle nuove tecnologie che consentono di ridurne in modo sensibile il tempo di ideazione, accrescendo la precisione con cui attualmente siamo in grado di visualizzarli, diagrammarli e realizzarli; un ruolo preponderante in questo ambito lo hanno svolto gli strumenti della modellazione parametrica 1 . La decorazione ha rappresentato da sempre un elemento di basilare importanza per l’architettura, tanto che nella classicità un edificio che ne fosse privo sarebbe stato considerato incompiuto. Owen Jones, nel suo manuale 2 , fornì numerosi esempi in merito, ma nonostante tutto risulta ancora arduo pervenire ad una definizione 1 MARK GARCIA, Prologue for a History, Theory and Future of Patterns of Architecture and Spatial Design, «AD», n. 6, vol. 79, 2009, p. 13. 2 OWEN JONES, The Grammar of Ornament, London, Bernard Quaritch 1868.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pattern
teoria dei gruppi
tassellature
geometria euclidea
pattern iperbolici
mauritius cornelis escher
pattern decorativi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi