Skip to content

I luoghi del tarantismo tra il XVI e XVII secolo oltre il Salento: approccio medico e musicologico

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Ancona
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Musicologia
  Relatore: Paolo Gozza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 80

Il presupposto iniziale da cui trae origine questo lavoro è stato indirizzato dal desiderio di guardare oltre quella sorta di «domicilio endemico» salentino e indagare in quali altri luoghi il fenomeno del tarantismo si sviluppa. Una prima indagine generale mi ha portato a constatare personalmente non solo la dovizia degli autori che nei diversi secoli, dal XIV secolo fino a oggi, si sono occupati della questione ma soprattutto il carattere multidisciplinare delle testimonianze. Per tali ragioni e per esigenze di metodo ho dovuto fare delle scelte riservando l’attenzione alla prima metà del XVI secolo in particolare.
Partendo da questi tre punti (sintetizzabili in: luoghi, multidisciplinarità e periodo storico) ho analizzato il tarantismo in Italia (Basilicata e Campania) e in Spagna, per ambedue attraverso un trattato e un dipinto (W.Schellinks e D.Velàzquez).
Per la trattatistica italiana ho scelto il medico di Venosa, Vincenzo Bruno che pone la questione intricandosi in quella teoria umorale che ben s’inserisce nel quadro generale della teoria medica cinquecentesca. Il trattato spagnolo del gesuita Juan Eusebio Nieremberg, invece, parte da un discorso più generale sugli effetti della musica ponendola tra i «meravigliosi effetti de’ la natura» che trovano una loro spiegazione naturale ordinaria rientrando nella dottrina della sympathia e delle nascenti teorie del magnetismo. Di questo esposto, inoltre, ho realizzato una parziale traduzione inserita in appendice.
Da un’analisi comparativa dei due trattati è emerso come i due autori rispecchino rispettivamente un approccio medico, che diverrà predominante dal secolo successivo, e un’interpretazione musicologica del fenomeno in cui il punto di vista medico è assunto come risultato e non come tesi da verificare.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE L’indagine che mi sono proposta di realizzare parte da diversi presupposti: allargare il campo d’azione e fare un’analisi comparativa tra due autori sul tanto dibattuto fenomeno del tarantismo. Quando si parla di tarantismo inevitabilmente si pensa al Salento, che sicuramente rappresenta l’epicentro indiscusso di questo fenomeno. Di certo in questa sede non intendo dimostrare il contrario, ma voglio semplicemente analizzare quelle testimonianze che, se pur nella vicina Basilicata, Campania o Spagna asseriscono la presenza di un fenomeno ben più cosparso (Fig.1). Nella Terra del rimorso 1 De Martino aveva segnalato una serie di parentele con i culti di possessione afro-americano, con il tarantismo sardo e iberico suggerendo una “comune patria culturale mediterranea dell’intera famiglia”. La sfida, al di là di qualche spunto comparativo come quell’importante studio sul tarantismo «altro» sui rituali dell’argia 2 sarda e qualche altro esempio, non è stata raccolta. Eppure sono numerosi i medici, filosofi e gli scienziati che scrissero sul tarantismo, spesso come fenomeno comprovante un discorso molto più generale riguardante la musicoterapia o sugli effetti della musica sull’animo umano, tanto in Italia quanto in altri paesi Europei alcuni attingendo direttamente da fonti italiane altri invece da una propria osservazione personale e originale. Certo questo tipo di analisi può essere effettuata non solo per il XVI e XVII secolo, di cui mi occuperò in questo lavoro, ma anche per altri periodi storici, però è ovvio che, dato l’immenso numero di fonti e di conseguenza per esigenze di metodo, ho ritenuto opportuno delimitare l’ambito ed analizzare due trattati appartenenti ad autori diversi ma entrambi dei primi anni del seicento. Questa idea prende forma prima di tutto dal mio interesse personale a quell’ambito della musicologia applicata alla terapia ovvero alla musicoterapia, figura professionale ancora in 1 ERNESTO DE MARTINO, La terra del rimorso:contributo a una storia religiosa del Sud, Milano, Il saggiatore, 1961. 2 Su questo tema il lavoro più importante è stato effettuato da CLARA GALLINI, I rituali dell'argia, Padova, Cedam, 1967.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

coreutico-musicale
dialogo delle tarantole
etnomusicologia tarantismo
eusebio nieremberg
filosofia della musica
tarantismo
tarantismo basilicata
tarantismo spagna
tarantismo xvi
tarantismo xvii
vincenzo bruno

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi