Skip to content

Turismo e sviluppo locale sostenibile

Informazioni tesi

Autore: Lazzaro Santoro
Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
Anno: 2008-09
Università: Università degli Studi di Macerata
Facoltà: Scienze Politiche
Corso: Relazioni internazionali
Relatore: ElisaScotti
Lingua: Italiano
Num. pagine: 174

Il lavoro mostra la complessità del fenomeno turistico italiano, individua i punti critici del sistema turistico e suggerisce l’adozione di contromisure affinché il comparto turistico sia responsabile nel preservare l’ambiente (necessità particolarmente urgente in Italia visto la vulnerabilità del nostro Paese verso le emergenze ambientali) e costituisca per le generazioni presenti e future un’opportunità di crescita.
Poiché il turismo sostenibile si rifà ai principi fondamentali dello sviluppo sostenibile, si affronta l’evoluzione storica della sostenibilità. Particolare attenzione è dedicata all’esplicitazione del principio dello sviluppo sostenibile da parte del diritto comunitario. L’integrazione della tutela dell’ambiente con lo sviluppo economico, la primarietà dell’ambiente, il ragionevole bilanciamento degli interessi, gli aspetti giuridici della sostenibilità affrontati nel I capitolo. Il territorio, la partecipazione dei cittadini alla vita politica della comunità, politiche di sviluppo eque, la programmazione dello sviluppo da parte degli attori locali (approccio bottom up), la tutela e valorizzazione delle peculiarità del territorio e delle società locali, l’integrazione nelle politiche di sviluppo locale dell’approccio integrato top down bottom up, la programmazione negoziata, le dimensioni della sostenibilità analizzate nei restanti paragrafi del I capitolo.
L’aggregazione delle organizzazioni e delle imprese turistiche in un determinato territorio, l’integrazione dei territori, l’approccio sistemico tra imprese private e attori pubblici, l’integrazione delle offerte, la filiera turistica integrata, gli elementi qualificanti del distretto turistico affrontati nel II capitolo. Inoltre, si sottolinea la necessità che la pianificazione urbanistica prenda in considerazione le esigenze turistiche. Ancora, si sottolinea l’importanza della capacità di carico turistica nel definire il livello di sostenibilità turistica delle destinazioni turistiche. La valutazione ambientale nella pianificazione dello sviluppo turistico è l’ultimo argomento che affronto nel capitolo II. Strumento applicativo dei principi del Trattato CE (principio di precauzione, dell’azione preventiva, di correzione, di chi inquina paga) e degli scopi della politica comunitaria ambientale, la V.I.A. e la V.A.S. permettono di prendere in considerazione in via preventiva le istanze ambientali nella pianificazione di progetti , piani e programmi, permettendo di conseguire lo sviluppo turistico sostenibile.
Nello studio del caso si affronta l’impatto negativo dello sviluppo turistico improntato sulla diffusione sul territorio dei villaggi turistici, lo sviluppo disordinato degli insediamenti ricettivi dovuto all’assenza della pianificazione comunale, il ritardo da parte della Regione Puglia di dotarsi di strumenti urbanistici rendendo di fatto difficile gli investimenti e legittimando l’approvazione della legge regionale 20 gennaio 1998, n. 3, “Norme urgenti per l’accelerazione delle procedure connesse all’attuazione dei programmi comunitari e alla realizzazione di opere pubbliche realizzate dallo Stato e Amministrazioni centrali”, che ha permesso sì la necessaria riqualificazione del patrimonio ricettivo ma ha comportato in alcuni casi danni all’ambiente. La capacità di carico turistica di Vieste, la necessaria riqualificazione delle strutture ricettive avvenuta però in un contesto di insostenibilità ambientale e economica, l’uso dell’accordo di programma che ha permesso la costruzione di 7 strutture alberghiere cinque stelle nelle immediate vicinanze di Vieste, garantendo occupazione a 70 famiglie, il parere negativo da parte del Comitato Regionale V.I.A. alla realizzazione di 3 strutture ricettive a Vieste gli altri argomenti affrontati in questo capitolo.
Nelle conclusioni, sulla base dell’analisi condotta, si tenterà di svolgere alcune considerazioni d’insieme sulla complessità del fenomeno turistico e sulla necessità di uno sviluppo turistico improntato alla sostenibilità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Questa tesi di laurea vuole costituire un momento di riflessione sulle tematiche della sostenibilità, in particolare del turismo. Il lavoro mostra la complessità del fenomeno turistico italiano, individua i punti critici del sistema turistico e suggerisce l’adozione di contromisure affinché il comparto turistico sia responsabile nel preservare l’ambiente (necessità particolarmente urgente in Italia visto la vulnerabilità del nostro Paese verso le emergenze ambientali) e costituisca per le generazioni presenti e future un’opportunità di crescita. L’obiettivo della tesi di laurea è di definire sulla base della letteratura disponibile le strategie applicabili, anche per le destinazioni turistiche di massa, per un turismo sostenibile. La tesi di laurea è articolata in quattro parti: 9 Cap. I. Poiché il turismo sostenibile si rifà ai principi fondamentali dello sviluppo sostenibile, si affronta l’evoluzione storica della sostenibilità. Il lungo elenco dei documenti dimostra come la sostenibilità sia centrale nelle dichiarazioni internazionali e nelle politiche di sviluppo comunitarie e nazionali. Particolare attenzione è dedicata all’esplicitazione del principio dello sviluppo sostenibile da parte del diritto comunitario. L’integrazione della tutela dell’ambiente con lo sviluppo economico, la primarietà dell’ambiente, il ragionevole

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bilanciamento degli interessi
conferenza di servizi
contratto d'area
distretto turistico
eni
gargano
legge regione puglia 20 gennaio 1998 n. 3
patto territoriale
pianificazione turistica
pianificazione urbanistica
politiche di sviluppo locale
precauzione
principio di prevenzione
principio di primarietà dell'ambiente
programmazione negoziata
riqualificazione delle strutture ricettive
sussidiarietà
sviluppo locale sostenibile
sviluppo sostenibile
turismo insostenibile
turismo sostenibile
valutazione ambientale strategica
valutazione impatto ambientale
vieste

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi