Skip to content

Aspetti delle nuove schiavitù nell'Africa contemporanea. Il caso del Sudan.

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Borsari
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia, Cutlure e Civiltà Orientali
  Relatore: Irma Taddia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

The degree thesis "Aspects of new forms of slavery in contemporary Africa: the Sudanese case", after a short recostruction of the history of slavery in the Sudan, analyses modern form of slavery, arguing that this phenomenon is still present in all levels of the society as a strategy of the Khartoum government to undermine the basis of rebel organizations in the country. The research for the dissertation has been carried out in the following institutions in London: the British Library and the Library of the School of Oriental and African Studies, where I conducted bibliographical and archival research.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La schiavitù in Sudan è un’istituzione che è stata praticata fin dall’antichità, probabilmente da prima della tradizione scritta. E’ stato tuttavia durante il XIX secolo che la schiavitù venne praticata su larga scala, a causa del dominio turco-egiziano che si stabilì nella parte a nord del paese, il quale organizzava delle razzie statali per l’approvvigionamento di schiavi per l’esercito egiziano. Durante il periodo di Condominio Anglo-Egiziano (1899-1955) il fenomeno chiaramente si attenuò, ma non furono eliminate alla base le condizioni per cui questo fosse eliminato in maniera definitiva. Negli anni della seconda guerra civile (1983-2005), molti autori hanno evidenziato come la pratica della schiavitù non sia solo tornata in auge, ma abbia assunto anche i caratteri tipici delle razzie del 1800. Lo scopo di questa tesi è quello di descrivere i moderni fenomeni di schiavitù, analizzandone le pratiche nel contesto della seconda guerra civile che ,come si è accennato prima, costituisce un momento di “revival” per questa pratica. In secondo luogo, dopo aver messo in evidenza i punti di continuità tra le due forme di schiavitù, si cerca di analizzare in cosa consista la trasformazione, che significa in parte analizzarne anche l’origine, il perché del suo manifestarsi nel XX e XXI secolo. L’analisi che viene svolta è dunque di carattere storico-sociologico. Non si cerca infatti di apportare “numeri” alla ricerca; è un tema, quello della schiavitù, spesso strumentalizzato (come si vedrà ampiamente nella tesi) dalle varie fazioni all’interno del Sudan, così come dalle ONG internazionali per ottenere fondi. Vi sono inoltre molti studi di parte che esagerano o minimizzano l’incisività di questo fenomeno all’interno della società sudanese. Non è tuttavia solo l’impossibilità a svolgere un’indagine di quel genere che mi ha distolto da quell’obiettivo, bensì il profondo interesse per le cause intrinseche del fenomeno, che regolano la sua manifestazione esterna. Parte di questa ricerca si è svolta a Londra dove sono stati reperiti alcuni materiali fondamentali, poichè la maggior parte delle opere sulla tratta degli schiavi è scritta in lingua inglese. Di grande aiuto si sono rivelate la biblioteca della SOAS University e la British Library, entrambe con sede a Londra. Ad altri materiali, soprattutto inerenti alla storia della schiavitù nei secoli XVI- XIX, ho avuto accesso tramite il sito web di Jstor (www.jstor.org) che si occupa di pubblicazioni accademiche e dove i libri e gli articoli vengono recensiti dagli studiosi più eminenti nei vari campi. Anche in questo caso le opere pubblicate sono in lingua inglese, talvolta in francese. La speranza iii

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

abductions
addis abeba agreement
africa
bahr al-ghazal
baqt
comprehensive peace agreement
condominio anglo-egiziano
darfur
dinka
funj
ghazwa
hassan al-turabi
internally displaced people
jallab
khartoum
nuba
schiavitù
seconda guerra civile sudanese
sennar
sharì a
spla
splm
sudan
zeriba

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi