Skip to content

Educazione informale ed alta tecnologia nel museo contemporaneo

Informazioni tesi

  Autore: Valentina Musumeci
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2008-09
  Università: Accademia di Belle Arti
  Facoltà: Design e Arti
  Corso: Scienze e Tecniche della comunicazione
  Relatore: Giorgio AntonioPotenza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 70

Il presente lavoro nasce da una precedente ricerca relativa all’influenza della tecnologia nell’organizzazione delle esposizioni nei centri culturali e nei musei.
Tale ricerca si è conclusa con la conferma della necessità e dell’importanza di provvedere ad una maggiore diffusione delle informazioni, in modo che i visitatori possano realmente apprendere qualche nozione in più su arte, scienza o storia, a seguito di una visita ad un museo o ad un centro culturale. Per ottenere questo obbiettivo, evitando di cadere nella semplice commercializzazione del loro patrimonio culturale, i musei dovrebbero promuovere iniziative interattive, supportate dalle nuove tecnologie.
Sulla base di questa valutazione, successivamente si è approfondito l’aspetto della interattività nel campo della educazione per l’infanzia, e su come i musei e i centri culturali contribuiscano a migliorarla.
La ricerca è stata sviluppata in quattro sezioni principali: la prima è direttamente connessa al lavoro svolto precedentemente, in essa vengono analizzate le ragioni che portano i musei del ventunesimo secolo a cambiare la loro filosofia, per contribuire a una diffusione più profonda delle conoscenze sull’arte, sulla storia e sulla scienza; la seconda sezione, connessa alla importanza di fornire informazioni durante le esibizioni, analizza l’importanza della Educazione Informale, nel senso che i programmi per l’educazione organizzati dai musei possono contribuire alla educazione primaria per bambini, già offerta dalla scuola e da altre istituzioni di Educazione Formale; la terza sezione analizza tutti gli aspetti, positivi e negativi, che comporta l’utilizzo di tecnologie immersive ed interattive, come la Virtual Reality e l’ambientazione 3D; infine, nella quarta sezione si proverà a dare una personale valutazione sull’uso dell’alta tecnologia nelle esposizioni museali, sulla base dello studio della letteratura disponibile, e delle risultanze di una personale ricerca svolta sul campo presso alcuni musei a Copenhagen: il Thorvaldsen Museum, l’ Arken Museum, e lo Stadens Museum for Kunst.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
The present work starts from a previous survey de- veloped during the first semester about the influen- ce of technology in the organization of the exposi- tion of cultural centers and museums, that has been concluded with the evaluation of the importance of the information, in the way that visitors can learn something more about art or science, after the visit of the museum or the cultural center. To obtain this, avoiding to fall in the pure commercialization of their own heritage, museums should promote interactive initiative, supported by new technology. On the base of this evaluation subsequently I have broadened the aspect of the interactivity in the field of childhood education, and how museums and cul- tural centers can contribute in a better education of children and young people. This work is developed in four main sections: the first is directly connected to the previous work de- veloped during the first semester; it analyzes the reasons that bring twenty-first century museums to change their philosophy in order to contribute to a broadened diffusion of knowledge about art, history, science, etc.; the second, connected to the importan- ce of providing information during the exhibitions, analyzes the importance of Informal Education, in the sense that museums programs can contribute to primary education for children, already provided by school and institutions of Formal Education; the third section analyzes positive and negative facet that bring utilization of immersive and interactive technologies, as Virtual Reality, and 3D environments; I n t r o d u c t i o n I n t r o d u z i o n e Il presente lavoro nasce da una precedente ricerca svolta durante il primo semestre relativa all’influenza della tecnologia nell’organizzazione delle esposizioni nei centri culturali e nei musei,. Tale ricerca si è conclusa con la conferma della necessità e dell’importanza di provvedere ad una maggiore diffusione delle informazioni, in modo che i visitatori possano realmente apprendere qualche nozione in più su arte, scienza o storia, a seguito di una visita ad un museo o ad un centro culturale. Per ottenere questo obbiettivo, evitando di cadere nella semplice commercializzazione del loro patrimonio culturale, i musei dovrebbero promuovere iniziative interattive, supportate dalle nuove tecnologie. Sulla base di questa valutazione, successivamente si è approfondito l’aspetto della interattività nel campo della educazione per l’infanzia, e su come i musei e i centri culturali contribuiscano a migliorarla. La ricerca è stata sviluppata in quattro sezioni princi- pali: la prima è direttamente connessa al lavoro svol- to precedentemente, in essa vengono analizzate le ragioni che portano i musei del ventunesimo secolo a cambiare la loro filosofia, per contribuire a una dif- fusione più profonda delle conoscenze sull’arte, sulla storia e sulla scienza; la seconda sezione, connessa alla importanza di fornire informazioni durante le esibizioni, analizza l’importanza della Educazione In- formale, nel senso che i programmi per l’educazione organizzati dai musei possono contribuire alla edu- cazione primaria per bambini, già offerta dalla scuola e da altre istituzioni di Educazione Formale; la terza 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ambientazione 3d
arte
centro culturale
educazione informale
informazione
interattività
museo
scienza
storia
tecnologie immersive
virtual reality

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi