Skip to content

Pierre Janet, le origini della disaggregazione psicologica

Informazioni tesi

  Autore: Sergio Divino
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Giorgio Blandino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 157

Attraverso il presente lavoro abbiamo inteso effettuare un modesto ma ci auguriamo anche prezioso tentativo di arricchire le nostre competenze in materia di psicologia dinamica.
A tale riguardo la nostra attenzione si è rivolta all’evolversi delle tecniche terapeutiche a partire dalla seconda metà del 1700, al fine di dimostrare come anche le psicoterapie moderne posseggano una storia e delle origini rinvenibili nelle pratiche di antichi guaritori.
Oggi tali pratiche potrebbero apparirci grossolane e fuori moda ma, stando ai resoconti di cui disponiamo, esse permettevano comunque di conseguire risultati apprezzabili in un discreto numero di casi. Le psicoterapie moderne deriverebbero dalla loro progressiva evoluzione e parziale trasformazione.
Si sottolinea l’arbitrarietà a proposito del periodo storico considerato: con ogni probabilità, gli antichi guaritori del settecento utilizzavano una serie di tecniche, basate soprattutto sulla suggestione, che erano a loro volta il frutto dell’evoluzione dei cerimoniali curativi utilizzati in tempi più remoti da medici e sacerdoti.
Arbitraria, ma solo fino ad un certo punto, è stata anche la scelta di indirizzare il nostro interesse in modo particolare verso la figura di Pierre Janet. Questo medico e psicologo francese, nato tre anni prima di Freud, ha anticipato di circa un decennio quelle ipotesi e quelle scoperte che porteranno poi alla popolarità della psicoanalisi quale metodo curativo per eccellenza nel campo dei disturbi psichici.
Quella di Pierre Janet è la figura più significativa tra quelle che precedettero la nascita della psicologia dinamica contemporanea: le osservazioni sull’automatismo psicologico e sulla disaggregazione e lo sdoppiamento della personalità portarono sul finire dell’ottocento ad un significativo arricchimento delle conoscenze della psiche umana e delle pratiche terapeutiche rispetto ai periodi precedenti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
V PREMESSA Col termine disaggregazione, Pierre Janet (1889) fa riferimento a quella condizione psicologica che fa seguito alla mancata elaborazione di un evento carico emotivamente tanto da sovrastare la capacità di un individuo di adattarsi alle mutevoli e alle volte drammatiche situazioni della vita reale. Secondo Janet, quando l‟evento traumatico si innesta sul terreno di una debolezza congenita del sistema nervoso centrale, può derivarne una disaggregazione, ovvero una dissociazione della psiche tale da permettere la nascita di una o più personalità ulteriori che agirebbero al di sotto della coscienza ma potrebbero anche manifestarsi vividamente, ad esempio nel corso di stati sonnambulici spontanei, oppure durante episodi deliranti di tipo isterico, o ancora col ricorso a sonni ipnotici veicolati deliberatamente dal medico nella speranza di una possibile elaborazione terapeutica. Questo testo nasce dal desiderio di comprendere meglio le origini della psicologia dinamica contemporanea, risalendo indietro nel tempo fino ad oltrepassare i limiti cronologici che vengono fatti coincidere abitualmente con le date che segnarono la nascita del movimento psicoanalitico. A questo proposito nel primo capitolo ci dedicheremo ad un breve studio sul magnetismo, una pratica curativa basata sulle ipotetiche proprietà salutari di particolari metalli che, applicati lungo le parti sofferenti del corpo, avrebbero la capacità di riequilibrare la distribuzione delle nostre cariche energetiche interiori in modo da ripristinare il nostro corretto funzionamento a livello psichico e fisiologico. Lo stato di suggestione che faceva seguito all‟applicazione dei magneti spingeva alcuni soggetti verso una condizione di intorpidimento psichico che venne in seguito riconosciuta come stato di sonnambulismo indotto, ovvero non conseguito in modo spontaneo bensì sotto la guida di un guaritore che, inizialmente, non era sempre consapevole dei possibili effetti degli esperimenti da lui compiuti sui malati che lo interpellavano. Nei decenni che seguirono divenne sempre più evidente che, addormentando la coscienza di un individuo affetto da turbe di tipo isterico, era possibile instaurare un dialogo con una seconda personalità nascosta al suo portatore del quale ella, al

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

automatismo
charcot
disaggregazione
freud
inconscio
ipnosi
ipnotico
janet
jung
klein
magnetismo
mesmer
psicanalisi
psicanalitico
psicoanalisi
psicoanalitico
psicologica
psicologico
psicosi
scissione
setting
sonnambulismo
suggestione
trance

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi