Skip to content

Le politiche di prezzo su Internet nel settore turistico

Informazioni tesi

  Autore: Riccardo Betti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Giancarlo Graziola
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 191

Ogni prezzo che quotidianamente vediamo esposto nelle vetrine dei negozi, sui giornali, sulle pagine Web o che paghiamo alla cassa del bar oppure quando riceviamo la bolletta telefonica, è stato stabilito sulla base di diversi elementi che vanno dalle condizioni di mercato al valore intrinseco del prodotto o del servizio. Alla base delle decisioni in merito ai prezzi vi è una teoria che ha come scopo principale la massimizzazione dei profitti dell’impresa e l’estrazione del surplus del consumatore attraverso l’attuazione di politiche di prezzo. La presente ricerca ha come obbiettivo l’analisi e la comprensione di queste politiche e, nello specifico, di quelle utilizzate dalle imprese alberghiere sulla Rete di Internet.
Prima di procedere allo studio empirico delle politiche di prezzo dei siti sul World Wide Web, ho ritenuto opportuno premettere alcuni elementi essenziali riguardanti il mondo di Internet, essendo convinto della necessità di possedere strumenti semplici e immediati, propedeutici all’analisi successiva. Il primo capitolo incomincia dalle origini storiche, a partire dagli anni 60, quando il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ideò una rete che potesse collegare diversi centri di ricerca dislocati in tutta la nazione americana, proseguendo con l’evoluzione che lo ha portato sino ai giorni nostri. Alcune basilari notizie sono fornite anche a proposito della tecnica e delle tecnologie delle reti di telecomunicazioni, dei sistemi, dei protocolli e degli standard utilizzati. Successivamente viene dedicato un paragrafo all’economia dell’informazione e alle caratteristiche dei mercati degli information goods, che nella Rete hanno trovato un notevole impulso sia per il loro sviluppo che per la loro diffusione. Il capitolo si chiude affrontando una delle più interessanti utilizzazioni del WWW dal punto di vista economico: il commercio elettronico e tutto ciò che riguarda la cosiddetta new economy, analizzando il suo impatto economico, ma anche sociale, le opportunità che offre e cercando di valutare le sue prospettive future.
Il secondo capitolo affronta le teorie che stanno a fondamento delle decisioni delle imprese in merito alla determinazione dei prezzi e all’applicazione delle politiche di prezzo. Dopo avere brevemente descritto la struttura del mercato turistico e gli approcci utilizzati per la sua analisi economica, verranno riprese le teorie economiche fondamentali riguardanti la differenziazione del prodotto (verticale, orizzontale e dell’informazione), la discriminazione del prezzo di primo e di terzo grado, i metodi più complessi di discriminazione (di secondo grado) e, più in generale, i metodi di fissazione di prezzi non uniformi e le relative condizioni per applicarli.
Nel terzo capitolo si entra in quella che possiamo considerare la parte centrale del lavoro, dove vengono prese in considerazione 84 imprese alberghiere che si propongono sul Web tramite dei siti propri oppure attraverso portali o motori di ricerca, in alcuni casi, generici e, in altri, specializzati. L’analisi svolta in questi paragrafi è di tipo prettamente descrittivo e si struttura in una classificazione per tipologia di albergo in sei categorie (resort, hotel, catene di alberghi, inn, Bed & Breakfast e ostelli), senza, però, escludere approfondimenti particolareggiati dei casi più significativi, fornendo anche i relativi collegamenti ipertestuali. Inoltre, i risultati della ricerca sono riassunti in un tavola sinottica alla fine del capitolo ed esemplificati in numerose figure raggruppate, per chiarezza e semplicità, in un’appendice al termine del capitolo.
Infine, nel quarto ed ultimo capitolo viene analizzato, da un punto di vista statistico, un campione di 104 alberghi appartenenti alle categorie resort, hotel, hotel chain e alcuni, tra i più significativi, appartenenti alle altre tre considerate (Inn, Bed & Breakfast e ostelli), prelevato, con la stessa metodologia di ricerca usata nel terzo capitolo, dal WWW. Lo scopo è quello di capire come alcune caratteristiche delle imprese alberghiere influiscono sulle variazioni dei prezzi tra i periodi più costosi e quelli più economici. Per farlo sono state costruite due variabili dipendenti che rappresentano, rispettivamente, le variazioni percentuali dei prezzi massimi rispetto a quelli medi e di quelli massimi rispetto a quelli minimi e sono state considerate otto variabili indipendenti. Successivamente sono state calcolate le funzioni di regressione e da esse è stata dedotta l’influenza che le seconde esercitano sulle prime.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Ogni prezzo che quotidianamente vediamo esposto nelle vetrine dei negozi, sui giornali, sulle pagine Web o che paghiamo alla cassa del bar oppure quando riceviamo la bolletta telefonica, è stato stabilito sulla base di diversi elementi che vanno dalle condizioni di mercato al valore intrinseco del prodotto o del servizio. Alla base delle decisioni in merito ai prezzi vi è una teoria che ha come scopo principale la massimizzazione dei profitti dell’impresa e l’estrazione del surplus del consumatore attraverso l’attuazione di politiche di prezzo. La presente ricerca ha come obbiettivo l’analisi e la comprensione di queste politiche e, nello specifico, di quelle utilizzate dalle imprese alberghiere sulla Rete di Internet. Prima di procedere allo studio empirico delle politiche di prezzo dei siti sul World Wide Web, ho ritenuto opportuno premettere alcuni elementi essenziali riguardanti il mondo di Internet, essendo convinto della necessità di possedere strumenti semplici e immediati, propedeutici all’analisi successiva. Il primo capitolo incomincia dalle origini storiche, a partire dagli anni 60, quando il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ideò una rete che potesse collegare diversi centri di ricerca dislocati in tutta la nazione americana, proseguendo con l’evoluzione che lo ha portato sino ai giorni nostri. Alcune basilari notizie sono fornite anche a proposito della tecnica e delle tecnologie delle reti di telecomunicazioni, dei sistemi, dei protocolli e degli standard utilizzati. Successivamente viene dedicato un paragrafo all’economia dell’informazione e alle caratteristiche dei mercati degli information goods, che nella Rete hanno trovato un notevole impulso sia per il loro sviluppo che per la loro diffusione. Il capitolo si chiude affrontando una delle più interessanti utilizzazioni del WWW

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi