Immagini della pedagogia sovietica nell'Italia del dopoguerra

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Ruggiero Dibitonto Contatta »

Composta da 221 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 919 click dal 22/09/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Argomento centrale della tesi è l'immagine che in Italia si ha della pedagogia sovietica. Il tutto in un mondo spaccato dalla Guerra Fredda, con il nostro Paese schieratosi dalla parte degli Stati Uniti, divenendo quest'ultimo punto di riferimento culturale ed educativo per il nostro Paese.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE A distanza di un ventennio dalla caduta del muro di Berlino e dunque dalla fine della divisione del mondo in due blocchi il consuntivo che si può trarre è che l’esperienza comunista non è stata considerata abbastanza e né abbastanza conosciuta è la sua dimensione sociale e pedagogica. Quali i motivi? Innanzitutto il fatto che pochi sono stati gli esperti italiani in materia e soprattutto pochi gli esperti disinteressati. Le notizie che in Italia ci sono giunte circa l’impostazione pedagogica sovietica sono state sempre riportate sempre attraverso un filtro ideologico, antisovietico o filosovietico, ma (quasi) mai nella sua obiettività. Certamente il tutto va inserito in un contesto storico che obbligava gli Stati, dopo il secondo conflitto mondiale, a schierarsi in maniera chiara e netta a favore del blocco statunitense oppure di quello sovietico. Il caso italiano ha rappresentato il questo un unicum dal momento che la posizione geografica del nostro Paese, al centro tra i due blocchi e la presenza di un partito comunista che spesso e volentieri contestava le scelte di Mosca, ha leggermente ammorbidito il clima di guerra fredda maggiormente vissuto in altri paesi. Come è stato vissuto questo clima dai pedagogisti e intellettuali italiani? La maggior parte si è dovuto schierare ora con il fronte cattolico, maggioritario in Italia vista la presenza della Democrazia Cristiana, primo partito che per un quarantennio ha governo il nostro Paese. A seguire il fronte comunista – socialista, con i dovuti distinguo e infine il fronte laico che si poneva come alternativa ai due poli menzionati. Nel lavoro di tesi si è cercato di illustrare quali immagini della pedagogia sovietica furono elaborate in Italia nel periodo della Guerra 1