Skip to content

La visione della natura nelle opere di Miyazawa Kenji

Informazioni tesi

  Autore: Roberta Perisano
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"
  Facoltà: Studi Orientali
  Corso: Lettere
  Relatore: Giorgio Amitrano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 44

Le fiabe sono parte fondamentale della vita e della cultura di ogni essere umano, nascono con lui e vengono assimilate fino a diventare tutt’uno con esso. È per questo che possono essere considerate reali, in quanto hanno il dono di interpretare la vita sin dalle sue origini e non si sono mai completamente allontanate da essa.
Le fiabe si sono tramandate molto lentamente attraverso il tempo e lo spazio grazie soprattutto al mondo contadino che le ha fatte sue e le ha preservate fino ai giorni nostri, dove poi è intervenuta la tecnologia a fissarne finalmente la memoria. La magia ed il mito hanno sicuramente funzionato da elementi di attrazione fino a diventare componenti fondamentali delle favole conferendo loro anche un carattere particolarmente poetico.
Sin dalla notte dei tempi la personificazione e venerazione dei fenomeni naturali, insieme al simbolismo animale, hanno fatto la loro apparizione nella fantasia degli uomini simboleggiandone varie fasi storiche e quando si sono infiltrate nella struttura mentale comune, hanno finito per plasmare anche il presente. È stata quella che comunemente chiamiamo cultura contadina che ha dato una chiave interpretativa per tutta la letteratura a questo incontro tra la realtà ed il simbolo, la magia e la vita, aiutando la fiaba a mantenersi viva nonostante l’inarrestabile scorrere del tempo.
L’esempio del Giappone è particolarmente importante per indicare luoghi apparentemente lontanissimi, non solo dal punto di vista geografico ma anche e soprattutto da quello culturale, dove si possono trovare motivi della favolistica del tutto simili a quelli ricorrenti in occidente. La capacità di diffusione delle favole legata all’oralità è stata, in passato, straordinaria, a dimostrazione di quanto esse abbiano interessato le moltitudini presenti ad ogni latitudine del globo.
Studiosi come Calvino, i fratelli Grimm, e Campanella, che ha influenzato lo stesso Miyazawa Kenji, hanno ispirato ed accompagnato quest’opera anche per ciò che riguarda la favolistica di area giapponese; Giappone che ha visto, per parte sua, nascere dei folcloristi importanti, come Yanagita Kunio o Seki Keigo, i quali hanno contribuito a ricostruire gran parte della storia della favolistica orientale, le sue caratteristiche più originali e, soprattutto, a mostrarne le strutture principali.
La presenza della natura nelle fiabe di Kenji, con i suoi elementi distintivi, è stato l’oggetto di questo studio che ha cercato di guardare con particolare attenzione al rapporto sensibile che c’è sempre stato tra l’individuo giapponese e appunto la natura stessa.
Naturalmente non si è cercato di sottolineare il solo rapporto con la natura, ma i particolari stati d’animo che lo scrittore associa a particolari paesaggi, sottoforma a volte di sottili metafore difficili da cogliere, e altre volte così meravigliosamente descritti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Premessa Per conoscere veramente un paese lontano geograficamente e culturalmente come il Giappone ci si deve immergere nella sua storia, nella lingua ma soprattutto nel folklore che possiamo considerare lo specchio dell’anima dei popoli. Le tradizioni, così vive ancora oggi, hanno da sempre accompagnato i cambiamenti di questo paese, in particolar modo nei periodi di grandi e repentine trasformazioni come, ad esempio, la fine del sistema feudale. A tutti questi rinnovamenti ogni volta sono seguite fasi di grande incertezza, ma il folklore giapponese, con tutte le sue manifestazioni è sempre assurto a punto fermo, base sulla quale innestare gli elementi nuovi provenienti dall’estero.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fiaba
giappone
letteratura giapponese
miyazawa kenji
natura

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi