La sessualità in Michel Foucault

La sessualità in Michel Foucault è un tema molto complesso. Partendo da un discorso generale su Foucault la tesi si propone di analizzare diversi aspetti del pensiero di Foucault partendo dal discorso del potere fino ad arrivare al concetto di sessualità. Si analizza l'opera incompiuta di Storia della Sessualità in particolare "La volontà di Sapere" analizzando l'influenza che il potere ha avuto sullo sviluppo del concetto di sessualità. Nell'analisi dei due libri successivi "L'uso dei piaceri" e "La cura di sé" si vedrà il cambio di impostazione teorica messo in atto da Foucault nel trattare questo tema e la sua volontà di ricostruire la genealogia dell'uomo di desiderio così da poter apprendere la formazione e lo sviluppo dell'esperienza della sessualità. Nell'ultimo capitolo si tenterà invece di rapportare i concetti di potere-sapere e di sessualità all'interno della società attuale.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione La sessualità è un argomento molto discusso nella società attuale, se ne parla continuamente, è uno degli argomenti su cui si discute maggiormente in tv, alla radio, nella quotidianità. L‟attenzione dell‟uomo alle problematiche sessuologiche è presente fin dai tempi più antichi. Ma cosa ha incrementato questa produzione dei discorsi sul sesso? Come mai nelle società occidentali non si fa altro che fare riferimenti alla vita sessuale? Un autore in particolare si è avvicinato a quest‟argomento con grande originalità cercando di capire come la sessualità sia diventata, nella nostra società, oggetto di sapere, senza avere però la pretesa di fare una storia dei comportamenti sessuali, e quest‟autore è Michel Foucault. L‟intellettuale francese iniziò ad occuparsi di Storia della Sessualità solo a metà degli anni ‟70, nel „76 esce la Volontà di Sapere, il primo dei volumi di quella che sarà l‟opera incompiuta di Storia della sessualità. Ma perché Foucault si interessa a questo tema? Il pensiero di Foucault era legato alla rivolta contro la cultura autoritaria degli anni ‟60-„70, le tematiche trattate riguardavano per lo più il potere e le strutture di reclusione, ma dopo la pubblicazione nel „75 di Sorvegliare e punire dove elabora in modo originale i rapporti tra sapere e potere, dove il potere si presenta come disperso per tutta la società capisce che ciò che si deve fare è indagare i dispositivi che l‟uomo attiva per divenire capace di organizzare la propria esistenza e darle significato ed è su questa scia che la sua ricerca si sposta su un

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Lavinia Zammataro Contatta »

Composta da 123 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7911 click dal 23/03/2011.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.