Grecia e Gran Bretagna tra conflittualità ed alleanza (1935-1947)

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giorgio Brevi Contatta »

Composta da 276 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1479 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Gli anni ’30 furono un periodo di forte instabilità politica in tutta l’Europa, e la Grecia non costituì un’eccezione. Le crisi di governo si succedevano senza sosta, ed il clima politico era fortemente avvelenato, principalmente a causa della contrapposizione tra filo-monarchici e repubblicani. La spaccatura del paese tra questi due campi era di lunga data, ma si era acuita nel 1916, durante la prima guerra mondiale quando, contro la neutralità propugnata da re Costantino, il leader delle forze politiche repubblicane Venizelos, a favore dell’intervento per l’Intesa, aveva instaurato con un golpe un governo nel Nord del paese, e con l’aiuto di Francia e Gran Bretagna era riuscito a riprendere il potere nel resto del paese, schierandosi successivamente al loro fianco nella guerra.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO 1 RAPPORTI TRA GRAN BRETAGNA E GRECIA ALLA VIGILIA DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE 1.1 DALLA REPUBBLICA ALLA RESTAURAZIONE DELLA MONARCHIA (novembre 1935) Gli anni ’30 furono un periodo di forte instabilità politica in tutta l’Europa, e la Grecia non costituì un’eccezione. Le crisi di governo si succedevano senza sosta, ed il clima politico era fortemente avvelenato, principalmente a causa della contrapposizione tra filo-monarchici e repubblicani. La spaccatura del paese tra questi due campi era di lunga data, ma si era acuita nel 1916, durante la prima guerra mondiale quando, contro la neutralità propugnata da re Costantino, il leader delle forze politiche repubblicane Venizelos, a favore dell’intervento per l’Intesa, aveva instaurato con un golpe un governo nel Nord del paese, e con l’aiuto di Francia e Gran Bretagna era riuscito a riprendere il potere nel resto del paese, schierandosi successivamente al loro fianco nella guerra 1 . La divisione tra monarchici e repubblicani permase dopo la fine della guerra. Fu questa “discordia nazionale” (come fu successivamente chiamata dagli storici greci) la ragione principale della disfatta nella guerra greco –turca del 1921-1922 2 , a cui seguì 1 R.CLOGG, “Storia della Grecia moderna”, Bergamo 1996, pg.108-109 2 La Grecia, che si era vista assegnata alla fine della prima guerra mondiale una vasta zona in Asia Minore intorno a Smirne, aveva tentato di ampliare i suoi domini su altre zone turche abitate da popolazioni elleniche; ma l’esercito greco era stato sconfitto dalla controffensiva turca guidata da Kemal Ataturk.